Mifid 2, Vontobel Am si accollerà i costi di ricerca

A
A
A
di Chiara Merico 18 Ottobre 2017 | 10:26
Una tale decisione comporterà costi supplementari nell’ordine di 1-5 milioni di franchi svizzeri all’anno, già contemplati negli obiettivi 2020 pubblicati alla fine di agosto 2017.

LA DECISIONE – La direttiva europea relativa ai mercati degli strumenti finanziari – cosiddetta MiFID 2 – che entrerà in vigore nel 2018 prevede anche che gli operatori finanziari rendano noti al cliente i costi sostenuti per le proprie attività di ricerca e decidano come finanziarli. Vontobel Asset Management ha quindi stabilito di non riaddebitare ai clienti i costi per i servizi di ricerca relativi a tutti i fondi e i mandati cliente che rientrano nella direttiva MiFID 2. “Con questa decisione facciamo chiarezza per i nostri clienti e rendiamo più trasparente la nostra struttura dei costi. Vi intravediamo inoltre l’opportunità che il cliente possa trarre vantaggio dalle proprie decisioni di investimento, grazie a un’attività di ricerca mirata”,  afferma Axel Schwarzer, responsabile di Vontobel Asset Management. Una tale decisione comporterà costi supplementari nell’ordine di 1-5 milioni di franchi svizzeri all’anno, già contemplati negli obiettivi 2020 pubblicati alla fine di agosto 2017.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Vontobel AM rafforza l’offerta con il nuovo fondo US Small-Mid Cap

Consulenti, i 6 consigli di Vontobel Am per ripartire veloci

Quando il Real brasiliano accelera la caduta….

NEWSLETTER
Iscriviti
X