Fondi, il disastro di Standard Life Aberdeen

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 30 Ottobre 2017 | 08:39
Il merger non salva l’asset manager colpito da riscatti per 10 miliardi di dollari.

Dieci miliardi di dollari: a tanto ammontano i riscatti che quest’anno hanno colpito Standard Life Aberdeen, il nuovo asset manager nato dalla fusione perfezionata nell’agosto scorso scorso tra Standard Life, guidata da Keith Sloach e Aberdeen Asset Management guidata da Martin Gilbert.

Con tali deflussi il gruppo si conferma il peggiore tra i giganti mondiali basati in Europa del risparmio gestito secondo i dati elaborati da Morningstar, mentre ancora peggio hanno fatto nei primi nove mesi di quest’anno gli americani Franklin Templeton, Goldman Sachs e Harbor.

La fusione del controvalore di 11 miliardi di sterline doveva basarsi anche sul taglio di 800 addetti dei due gruppi per ottenere i previsti 200 milioni di sterline di minori costi tre anni dopo il completamento del merger.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X