Poste Italiane nell’aumento di capitale di Anima

A
A
A

Poste Italiane detiene una partecipazione in Anima pari a circa il 10,04% e procederà quindi a sottoscrivere le azioni di nuova emissione di Anima per la quota di sua spettanza.

Chiara Merico di Chiara Merico26 gennaio 2018 | 08:57

L’ANNUNCIO – Poste Italiane ha reso noto ieri di voler aderire all’aumento di capitale sociale a pagamento di Anima Holding. Il cda di Anima, come specifica una nota del gruppo guidato da Matteo Del Fante, ha ricevuto la delega di attuazione dell’aumento per un importo fino a un massimo di 300 milioni di euro da parte dell’assemblea straordinaria della stessa Anima, svoltasi lo scorso 15 dicembre 2017. Poste Italiane – che detiene una partecipazione in Anima pari a circa il 10,04% – procederà quindi a sottoscrivere, secondo termini e modalità che saranno stabiliti dal consiglio di amministrazione di Anima, le azioni di nuova emissione di Anima per la quota di sua spettanza.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La nuova Anima di Arca

Anima: utile e ricavi giù, masse su

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Gestori in vetrina – Anima

Caccia grossa nel risparmio gestito

Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

Gestito, Anima cerca un partner

Anima, la raccolta frena a febbraio

Fondi d’investimento, alleanza tra Anima e Legg Mason

Anima, un bilancio coi fiocchi

Consulenti: Anima vi racconta le Eccellenze d’Italia

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Caro consulente, per 3 italiani su 4 non sei “molto importante”

Raccolta, Anima chiude l’anno in bellezza

Anima, novembre positivo per la raccolta

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Anima mette su massa

Anima, giù la raccolta a ottobre

Anima e cuore nella raccolta a settembre

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Anima, il Banco Bpm spinge la raccolta in agosto

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Anima, un semestre a due facce

Anima, giugno con il segno meno

Anima, maggio nero per la raccolta

Anima, i top manager comprano azioni

Anima pensa a fare shopping

Anima, crescita a doppia cifra per utili e masse

Anima, aprile con il segno più

Anima, aumento di capitale ai nastri di partenza

Anima, cedola a 0,19 euro

Anima, le masse volano a febbraio

Ti può anche interessare

Kames Capital: Wall Street, “siamo arrivati?”

L’attuale mercato rialzista ha scalzato dal primo gradino del podio quello vissuto negli anni ’ ...

Dal governo un assist ai Pir

Il governo sorride a Pir e Venture capital. L’ultimo maxiemendamento alla legge di Bilancio 2019 c ...

Vontobel: a proposito della crisi finanziaria argentina

I periodi di turbolenza non rappresentano una novità nei mercati emergenti: quando si investe in qu ...