State Street, nomina ai piani alti 

A
A
A

Lochiel Crafter è stata nominato Head of global institutional business

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti2 marzo 2018 | 11:33

State Street Global Advisors ha annunciato che Lochiel Crafter (nella foto) è stata nominato Head of global institutional business. Crafter, che lavorerà a Boston, in precedenza è stato Head of Asia Pacific per State Street Global Advisors, e assume il suo nuovo ruolo al posto di Cyrus Taraporevala, che è stato recentemente nominato presidente e chief executive officer di State Street Global Advisors.

“Lochiel è  stato una parte fondamentale del nostro team negli ultimi anni”, ha affermato Taraporevala. “Ha un background unico nel nostro settore, comprese esperienze non solo sul fronte della distribuzione e della gestione degli investimenti, ma anche come cliente. Questo mix di prospettive è qualcosa da cui trarremo grande beneficio, dal momento che continuiamo a concentrarci sul servire le esigenze in evoluzione dei nostri clienti “.

Crafter è un veterano del settore dei servizi finanziari da quasi 30 anni e membro del gruppo dirigenziale esecutivo di State Street Global Advisors. Negli ultimi cinque anni, Crafter ha ricoperto il ruolo di Chief Investment Officer nella regione Asia Pacific per sette anni. In precedenza, ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato di un grande fondo di pensionamento australiano.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulente: stay hungry, stay foolish

Generali, prova di forza sul debito

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

Azimut Libera Impresa, è tempo di prequel

Fed, sui tassi porta in faccia a Trump

Consulenza e successioni: piccola guida alle novità

Consulenza: il futuro delle Scf

D’Alema passione blockchain

Prosegue lo sviluppo della rete Banco Desio

Widiba alla bolognese

JP Morgan cresce in Intesa

Etf, sfatiamo i miti e guardiamo la realtà

Pir 2: bene ma non benissimo

Mutui, una montagna di rate non pagate

La consulenza a doppio malto

Investimenti, 29 stock bonus marcati Unicredit

Consulenti, una nuova alternativa per chi vuole uscire dalle reti

Investimenti, la sostenibilità fa bene all’high yield

Investimenti, l’assenza di una spinta

Mediolanum, Doris come Capitan America

Consulente, ti spiego perché la stabilità è destabilizzante

Allianz GI, un nuovo nome per la sostenibilità

Credem disegna il private banking del futuro

I btp fanno il pieno e i tassi salgono

ITForum: tra fintech, investimenti, advisory e space economy

Jupiter, la distribuzione ha un nuovo leader

Gestori in vetrina – M&G

Banche Popolari: nuova linfa per famiglie e pmi

Fineco, il messaggio di Foti ai correntisti per il dopo Unicredit

Mediolanum, il rendiconto ai raggi x

Fineco e i promessi sposi

Gestori in vetrina – Aviva Investors

Consulenti, occhio al potere delle ancore casuali

Ti può anche interessare

Gam, valzer di poltrone al vertice (dopo il gestore sospeso)

Dimissioni dall’incarico assunto a giugno della responsabile della compliance, ufficialmente per m ...

Intesa, Mediolanum e Allianz, la resistenza del gestito

Le società che hanno sconfitto i deflussi di dicembre ...

Sym (Schroders): “Dove trovare valore in Europa”

A margine della conferenza annuale di Schroders a Londra, la redazione di bluerating.com ha deciso d ...