Polizze Vita, se il capitale non è più garantito

A
A
A
di Andrea Telara 9 Marzo 2018 | 10:10
Il quotidiano Mf dedica un ampio servizio alla riforma dei prodotti assicurativi del ramo I. Il nuovo regolamento dell’Ivass prevede un sistema migliore per conteggiare i rendimenti ma le compagnie vogliono di più: far scendere la protezione delle somme investite dal 100% al 98 o 95%.

Non più capitale garantito al 100% ma solo al 95 o al 98%. E’ la richiesta che viene nuovamente avanzata, secondo quanto riporta il quotidiano Mf, dalle compagnie assicurative che vendono le polizze del Ramo I, cioè i prodotti che investono in fondi (le Gestioni Separate) composti per lo più da titoli di stato e da obbligazioni di alta qualità. L’Ivass, l’authority che vigila sulle imprese assicuratrici, non ha chiuso completamente le porte alla richiesta delle compagnie anche se su questo punto c’è un po’ di incertezza giuridica riguardo all’interpretazione delle norme che regolano le polizze del Ramo I. Per questo l’Ania, associazione di categoria delle imprese assicuratrici, secondo Mf ha chiesto il parere di un super esperto legale incaricato di fare chiarezza.
Intanto, la riforma dei regolamenti delle polizze del Ramo I elaborata a fine febbraio dall’Ivass introduce un nuovo sistema di calcolo e di assegnazione agli assicurati delle plusvalenze realizzate dai fondi, che attualmente devono essere computate nell’anno stesso in cui sono realizzate, mentre in futuro potranno essere spalmate su un periodo più lungo, consentendo alle compagnie di gestire meglio il flusso dei rendimenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, boom delle polizze (a capitale garantito)

Assicurazioni, Ania: nuove polizze vita in calo a giugno

Ponte Morandi un anno dopo, che è successo?

NEWSLETTER
Iscriviti
X