Bufera sulle polizze vita

A
A
A
di Andrea Giacobino 14 Marzo 2018 | 09:00
Migliaia di consumatori in tribunale per le index linked vendute in banca, dopo forti perdite. Denozzi (Sna): “Vietare i canali alternativi”

Ancora polemiche e migliaia di consumatori nelle aule di Tribunale a seguito della vendita di polizze agli sportelli bancari. Secondo snachannel.it si tratta nel caso specifico di polizze vita index linked, che a fronte – secondo l’accusa – di promesse rosee di rendimenti positivi, hanno prodotto di contro forti perdite per chi le ha sottoscritte. Perdite che in alcuni casi sarebbero pari a quasi la metà di quanto investito.

La vertenza, destinata a fare molto rumore nel settore, rappresenta una ulteriore prova di quanto la vendita delle polizze assicurative affidata ai cosiddetti canali alternativi, nella fattispecie gli sportelli bancari, sia spesso causa di danni anche di immagine di enorme rilevanza, che – secondo il presidente nazionale SNAClaudio Demozzi (nella foto) – finiscono per danneggiare anche i professionisti del settore: cioè gli agenti assicurativi. “Altro che permettere a nuovi soggetti non professionali di distribuire polizze, ci sarebbe bisogno – sottolinea Demozzi – di una marcia indietro e cioè di vietare ai cosiddetti canali alternativi di intermediare contratti complessi come le polizze assicurative”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, un nuovo modello per la consulenza assicurativa

Assicurazioni, futuro da 10mld

Reti e assicurazioni, attrazione fatale

NEWSLETTER
Iscriviti
X