Vontobel: Generali pigliatutto

A
A
A

Generali Assicurazioni accelera sulla scia dei conti 2017. E poi la questione Poste Italiane…

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti20 marzo 2018 | 14:00

Riportiamo di seguito un’analisi a cura di Vontobel. Un’occasione per approfondire le prospettive per il gruppo Generali, mentre sullo sfondo si materializza l’ipotesi di una partnership con Poste Italiane.

Assicurazioni Generali da inizio anno guadagna circa il 3,5% in linea con il Ftse Mib. Dal minimo del 5 marzo invece il titolo ha sovraperformato il listino tricolore.

Tra le ragioni principali che hanno spinto i prezzi ricordiamo: l’avanzamento del piano di dismissioni degli asset no core, i buoni risultati 2017 archiviati settimana scorsa e le indiscrezioni su una possibile collaborazione con Poste Italiane. Più nel dettaglio, Generali archivia l’anno con risultato operativo record di 4,9 miliardi di euro, in crescita del 2,3%. L’utile netto è in crescita oltre le attese a 2,1 miliardi, +1,4% a/a e oltre le attese degli analisti. Il management ha proposto inoltre un dividendo più generoso e confermato le stime per il 2018, impegnandosi a rispettare il piano industriale. A tal proposito l’ad Philippe Donnet ha ricordato che il prossimo piano strategico sarà presentato il prossimo 21 novembre. Sul fronte dismissioni asset no core, il numero uno del gruppo ha sottolineato che il target di 1 miliardo di proventi sarà probabilmente superato. In questo quadro la compagnia deciderà a breve se tenere o cedere Leben, per la quale sarebbero arrivate due offerte d’acquisto.

L’ad inoltre ha aperto alla possibile partnership commerciale con Poste Italiane. L’accordo con il gruppo romano potrebbe interessare, anche se Philippe Donnet ha sottolineato che al momento ci sono solo dei contatti e non degli sviluppi concreti. Da un punto di vista fondamentale ricordiamo che di 31 analisti che seguono il titolo, 13 hanno raccomandazione buy e 13 sono hold. Solo 5 analisti consigliano di vendere. Il target price medio è a 16,56 euro con un rendimento potenziale del 5%. Sui multipli Generali risulta in linea con i peer sia su P/Book Value che P/E 2018″.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Generali, cambio al vertice nell’asset management

Generali, nuova società di gestione con l’ex ad di Pioneer

Banca Generali in tour con i campioni dello sport

Generali in cima alla torre

Banca Generali, nuova mossa in Svizzera

Banca Generali, la raccolta accelera il passo

Vontobel applaude Generali

Generali Italia: più rete, più produttiva

Generali sceglie la continuità di Galateri

Banca Generali, arriva la top banker dei club deal

Reti, sforbiciata agli organici

Bluerating News del 22/1/19: ecco tutti i protagonisti

Banca Generali, acquisizioni azzeccate

Del Vecchio-Caltagirone: si riapre la partita su Generali

Generali, la rincorsa del tandem Caltagirone-Del Vecchio

Generali: borsa in stand by, ma analisti fiduciosi sul piano

Generali, il Leone punta sull’asset management

Generali, risultati migliori del consensus

Generali, partnership sulle unit linked con Dws

Caltagirone e Del Vecchio, altri piccoli bocconi di Generali

Generali, il fondo hedge Marshall Wace scommette al ribasso

Generali lungo il canale

Generali rifà il look al gestito

Generali sfida la resistenza

Generali vicina al colpaccio in Francia

Generali cambia vestito al gestito

Semestrali, il ruggito del Leone di Trieste

Banca Generali: innovazione e fintech a supporto del private

Banca Generali, AllianzGI sopra il 5%

La volatilità spinge la raccolta di Banca Generali

Banca Generali, produzione solida ad aprile

Bocconi, Generali sale in cattedra

L’Olanda affonda la raccolta del Leone

Ti può anche interessare

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Gli AuM sulle “obbligazioni verdi” sono infatti passati dai 20 milioni di euro del 2016 ai circa ...

State Street, nuovo capo per il business internazionale

Arriva Francisco Aristeguieta, ex top manager di Citigroup ...

Pictet AM: il monitor sugli emergenti di marzo

La crescita delle vendite al dettaglio nei mercati emergenti è crollata negli ultimi se mesi. Gli i ...