Sandrini (Amundi): “Le nostre soluzioni Income”

A
A
A

L’head of multi asset balanced, income & real return strategies di Amundi Sgr, spiega la “filosofia” di gestione che sta alla base di una categoria di prodotti che si sta facendo spazio nell’offerta delle società di asset management.

Andrea Telara di Andrea Telara23 marzo 2018 | 09:13

Francesco Sandrini (nella foto), head of multi asset balanced, income & real return strategies di Amundi Sgr, spiega ai lettori di BLUERATING, la “filosofia” di gestione che sta alla base di una categoria di prodotti che si sta facendo spazio nell’offerta delle società di asset management: le soluzioni di investimento classificate come Income.

Quali bisogni puntano a soddisfare i prodotti di questo tipo?

Stiamo lentamente abbandonando un contesto di mercato che, grazie ad anni di politiche monetarie sincronizzate e di quantitative easing, presentava elevate opportunità di rendimento. L’imponente supporto monetario ha garantito una crescita globale ora largamente prezzata dagli asset finanziari. Rischi come la volatilità dei mercati, ma anche di default societari sui titoli obbligazionari e i rischi di liquidità appaiono latenti nel contesto finanziario attuale, fornendo agli investitori un falso senso di sicurezza. Siamo di fronte a una fase di transizione, in cui
le banche centrali valuteranno la progressiva riduzione dello stimolo monetario. Questo attiverà non solo una volatilità maggiore ma anche il riemergere di rischi come quello di credito e di liquidità.
In questo contesto ricorrere al risparmio gestito e a proposte
di portafoglio diversificate è estremamente consigliabile.

Quali sfide si aprono dunque per gli investitori e i gestori alla ricerca di Income?


Circa 5mila miliardi di dollari di titoli obbligazionari al mondo hanno a oggi rendimenti negativi. Ci troviamo in presenza di mercati azionari e obbligazionari prossimi ai massimi storici. Dati macroeconomici in forte crescita lasciano pensare a una riduzione dello stimolo monetario futuro
e a un potenziale rialzo dei tassi. Veniamo da parecchi anni in cui
gli investitori mondiali hanno spostato la loro domanda da titoli obbligazionari che offrivano ormai cedole risibili a titoli obbligazionari corporate e dei mercati emergenti per cercare rendimenti superiori, accettando rischi a cui non erano abituati. La sfida principale oggi per gli investitori alla ricerca di reddito è diversificare oculatamente le sorgenti di rendimento, senza correre eccessivi rischi.

Come viene perseguito l’obiettivo sfidante di generare reddito in un portafoglio multiasset?
I fondi multi asset income perseguono l’obiettivo di distribuire cedole interessanti in un contesto di mercato con rendimenti bassissimi. Nell’universo dei fondi multi asset income coesistono prodotti che mirano a ottenere flussi cedolari rilevanti solo da dividendi, cedole e premi di opzioni su titoli con quelli che utilizzano anche capital gain e distribuiscono quote di capitale.

In conclusione quali sono i punti di forza e i tratti distintivi della gestione multi asset e income di Amundi?

La trasparenza e chiarezza nella definizione della metodologia utilizzata per determinare i proventi distribuiti è un punto
di forza del nostro fondo multi asset income. Questo prodotto distribuisce esclusivamente proventi da dividendi azionari, cedole e premi da opzioni su titoli. La frequenza della distribuzione è varia a seconda della classe di azioni. Il target di distribuzione viene definito ogni anno coerentemente con l’evoluzione delle condizioni di mercato e comunicato agli investitori in modo trasparente del rischio.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Etf, Amundi fa poker sul tasso variabile

Amundi, utili da applausi nel primo trimestre

Amundi, Ilaria Pisani Head of Asset Management Clients della business unit ETF per l’Italia

Amundi riordina i fondi in Lussemburgo

Salone del Risparmio 2019, atto secondo

Gestori e fondi, ecco i campioni del risparmio sostenibile

Amundi lancia il fondo che piacerebbe a Greta

Amundi, ambizioni e convenienza vengono per Prime

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Amundi, utile alle stelle (grazie a Pioneer)

In arrivo in Italia gli Eltif, i “Pir” europei

Doppio ingaggio per Amundi

ASSET and the CITY: stasera parla Amundi

Così le sgr affiancano le reti

Etf, forte ripresa dei flussi a novembre

Etf, tripletta Sri di Amundi

Amundi, l’etf incontra l’intelligenza artificiale

Proli (Amundi): “Posizionarsi sui leader della sostenibilità fa la differenza”

Gestori al vostro servizio

Amundi, raccolta e utile da applausi

Perrier (Amundi): “Crediamo nell’Italia e puntiamo ancora su Milano”

ASSET CLASS in edicola: Amundi Sgr: “Gestori al vostro servizio”

Risparmio gestito, chi taglierà le commissioni (o sarà obbligato a farlo)

La manovra italiana sotto la lente del gestore

Amundi, utili e raccolta a gonfie vele

Etf, raccolta in picchiata

Amundi, il mercato italiano affossa il titolo

Fineco AM dà il cambio ad Amundi sui CoreSeries

Amundi, Pottier a capo degli investimenti responsabili

Amundi Sgr si rafforza con Garofalo

Amundi affida gli emergenti a Syzdykov

La forza di Amundi

Amundi, volano raccolta e utili

Ti può anche interessare

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 6/3/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Generali, utili col turbo nel risparmio gestito

Nell’asset management la compagnia triestina ha realizzato profitti per 235 milioni nel 2018, cont ...

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 11/04/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi comuni aperti retai ...