Ricca cedola per i soci di Etica Sgr

A
A
A
di Chiara Merico 4 Maggio 2018 | 10:50
L’utile netto corrisponde a 3,8 milioni di euro. Ai soci verrà distribuito un dividendo superiore ai 3 milioni di euro, pari a 6,8 euro per azione.

BILANCIO APPROVATO – L’assemblea dei soci di Etica Sgr, riunitasi a Milano sotto la Presidenza di Ugo Biggeri, ha approvato il bilancio integrato 2017 che evidenzia un utile lordo che corrisponde a circa 5,6 milioni di euro e un utile netto che corrisponde a 3,8 milioni di euro. Il risultato è dovuto alle commissioni attive, che valgono 42 milioni di euro, e al margine di intermediazione, che si è attestato a 12,7 milioni di euro. Ai soci verrà distribuito un dividendo superiore ai 3 milioni di euro, pari a 6,8 euro per azione. In considerazione del buon andamento della società, i soci hanno deliberato di devolvere una parte degli utili, pari a circa 100 mila euro, per future erogazioni liberali. Nel 2017 la raccolta netta dei fondi Valori Responsabili è stata di 241 milioni di euro, mentre il patrimonio in gestione è cresciuto di circa il 9%, arrivando a 3,19 miliardi di euro. È salito in modo significativo anche il numero dei clienti (contratti) che, a fine anno, si attestava a oltre 175.000 (+16%). Secondo le ultime rilevazioni di Assogestioni, al 31 dicembre 2017, Etica Sgr è il primo operatore in Italia nel settore dei fondi comuni sostenibili e responsabili, con una quota di mercato pari al 38%. Nel corso dell’anno, Etica Sgr ha continuato l’attività di engagement con le aziende, una strategia di investimento sostenibile e responsabile (SRI) che reputiamo fondamentale. L’engagement si sostanzia nell’attività di dialogo con il management delle imprese e nell’esercizio dei diritti di voto connessi alla partecipazione al capitale azionario. Durante l’anno la Sgr ha votato nelle Assemblee degli azionisti di 17 aziende, di cui 11 italiane e 6 estere. Per la prima volta la Sgr è intervenuta fisicamente all’Assemblea di una società straniera. Nel 2017 l’attenzione si è concentrata su temi, ricondotti agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs, Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite), rilevanti per Etica Sgr quali la gestione delle emissioni di CO2 e altri gas climalteranti, il lavoro dignitoso, la trasparenza fiscale, le politiche sulla remunerazione, la parità di genere. I

SUPPORTO ALLA MICROFINANZA –  Il buon andamento della raccolta del 2017 ha consentito di incrementare il sostegno all’economia reale e alla micro-imprenditoria italiana: l’importo del fondo a supporto di iniziative di crowdfunding e a garanzia di progetti di microfinanza in Italia è salito a circa 3 milioni di euro. Questo fondo, alimentato attraverso il contributo facoltativo dei sottoscrittori dei fondi Valori Responsabili (0,1% del capitale investito), nel 2017 ha permesso a Banca Etica – che lo gestisce – di erogare 84 microfinanziamenti, il 61% dei quali ha fatto avviare nuove iniziative imprenditoriali. Grazie alla quota destinata al crowdfunding, è stato possibile sostenere economicamente 10 iniziative ad alto impatto sociale e ambientale promosse da due bandi lanciati da Banca Etica, focalizzati sullo sviluppo di produzioni culturali per la cittadinanza e sulla tutela dei beni comuni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etica Sgr sottoscrive la Finance for Biodiversity Pledge

Grossi (Etica SGR): “Ecco come facciamo finanza responsabile”

Mascheroni (Etica Sgr): “Investiamo a livello globale sovrappesando però l’Italia”

NEWSLETTER
Iscriviti
X