Polizze, broker in agitazione contro la direttiva europea

A
A
A

Preoccupazione delle associazioni di categoria Anana, Acb e Aiba per le norme che impongono di evidenziare i caricamenti

Andrea Telara di Andrea Telara15 maggio 2018 | 10:02

Continuano le polemiche sulla direttiva europea Idd che regola il settore assicurativo ed è soprannominata anche la Mifid delle polizze. Secondo il quotidiano Mf, le associazioni di categoria rappresentative dei broker (Aiba, Anana e Acb) sono in fibrillazione per alcune norme che impongono di evidenziare con chiarezza nei contratti i compensi ricevuti da chi distribuisce le polizze. Secondo i broker, se questa norma agevola la trasparenza per i prodotti del ramo vita, non avrà lo stesso effetto per i prodotti del ramo danni, che sono  contratti con caratteristiche ben diverse. Per questo tipo di polizze, infatti,  il mettere in evidenza gli oneri di distribuzioni può essere fuorviante per gli assicurati, almeno secondo i broker.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mifid 2, se il consulente diventa green

Polizze Vita, così cambieranno le regole

Anasf difende i consulenti sui doppi costi

Ti può anche interessare

Asset allocation, le opportunità europee

Ethenea svela quelle che potrebbero essere opportunità di guadagno sulle azioni Europee ...

Unigestion sigla un accordo con la piattaforma MFEX

L'accesso a MFEX segna un'ulteriore passo nel percorso di crescita di Unigestion e segue l'accordo s ...

Fondi, ecco i big-flop

Maxiriscatti colpiscono Goldman Sachs AM e Franklin Templeton. Male anche Standard Life Aberdeen, Fe ...