Ubp lancia un fondo arbitrage azionario

A
A
A
di Chiara Merico 17 Maggio 2018 | 09:51
Si tratta dell’U Access (IRL) Cheyne Arbitrage UCITS, creato in collaborazione con Cheyne Capital Management (UK) LLP.

IL FONDO – Union Bancaire Privée, UBP SA («UBP») amplia la gamma di prodotti disponibili sulla sua piattaforma di UCITS alternativi con il lancio di un fondo arbitrage azionario. Si tratta dell’U Access (IRL) Cheyne Arbitrage UCITS, creato in collaborazione con Cheyne Capital Management (UK) LLP («Cheyne Capital»), società di gestione con sede a Londra specializzata negli investimenti alternativi. Sale così a quattro il numero di fondi disponibili sulla piattaforma UBP di UCITS alternativi, che ora gestisce capitali per quasi 700 milioni di CHF. A gestire l’U Access (IRL) Cheyne Arbitrage UCITS è Pierre di Maria, responsabile delle strategie «event driven» presso Cheyne Capital, che ha oltre 18 anni di esperienza in questa asset class e vanta una solida competenza nella gestione di portafogli, acquisita presso Meditor, Highbridge e Lehman. Il fondo offre una liquidità giornaliera e segue un approccio arbitrage che combina una componente principale a rendimento (merger arbitrage, ossia arbitraggio su titoli per i quali siano in corso o previste operazioni di fusione, collocamento, acquisizione, OPA o altre operazioni sul capitale) con un elemento opportunistico (il cosiddetto arbitraggio misto) volto a beneficiare delle opportunità di arbitraggio non collegate alle fusioni e alle acquisizioni. Gestito come pura strategia «market neutral» con un basso beta di mercato, il fondo offre un’esposizione decorrelata e può costituire un interessante sostituto della parte obbligazionaria nella costruzione dei portafogli d’investimento. Commentando questo lancio, Nicolas Faller, co-ceo della divisione Asset Management di UBP, ha dichiarato: “Cheyne Capital è un gestore di investimenti alternativi affermato, con una strategia «event driven» che raccoglie successi duraturi. Siamo molto lieti di avviare questa collaborazione, soprattutto nel contesto di mercato attuale, contrassegnato da una chiara esigenza da parte dei clienti di una soluzione complementare agli strumenti obbligazionari liquidi con una debole correlazione rispetto alle asset class tradizionali”. Jonathan Lourie, co-fondatore, ceo e cio di Cheyne Capital, ha aggiunto: «Siamo molto soddisfatti di essere stati scelti da un istituto prestigioso come UBP per gestire questa strategia UCITS di arbitraggio , che crediamo sia ottimamente indicata in un contesto di crescente volatilità, sia in virtù della sua neutralità di mercato sia perché i cambiamenti di regime a fine ciclo tendono a favorire le operazioni di fusione e acquisizione.»

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: ecco perchè essere ancora positivi sul reddito fisso

Fondi: accordo di Ubp per la distribuzione con CheBanca!

Top 10 Bluerating: Ubp in cima alla sostenibilità

NEWSLETTER
Iscriviti
X