Prospetti informativi, i fondi sotto accusa

A
A
A

Secondo un articolo l’inserto FTfm del Financial Times, quasi un terzo dei prodotti del risparmio gestito europei è carente di informazioni sul benchmark

Andrea Telara di Andrea Telara4 giugno 2018 | 09:38

Hanno passato in rassegna oltre 2mila Kiid, i nuovi prospetti informativi europei dei fondi che hanno debuttato da pochi mesi. E i ricercatori di Better Finance, sigla che difende i diritti dei risparmiatori, sono giunti a una conclusione: quasi un terzo del totale, cioè oltre 600 prodotti, hanno dei prospetti informativi carenti per quel che riguarda le indicazioni sul benchmark, il parametro di riferimento che consente di valutare in maniera adeguata le performance di ogni fondo. A riportare la notizia è FTfm, inserto del Financial Times dedicato al risparmio gestito che indica anche alcuni nomi di società di gestione che avrebbero, a detta di Better Finance, fondi di investimento carenti delle informazioni richieste dalla normativa europea: Standard Life Aberdeen, Fidelity International e Janus Henderson.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Se la Mifid 2 diventa mondiale (o quasi)

JP Morgan: un nuovo big degli Etf

Fidelity fa il pieno di raccolta con i fondi low cost

Ti può anche interessare

Investimenti, il Dragone ci vede lungo

Cina: rischi nel breve termine, ma opportunità di investimento nel lungo... ...

Consulente in crisi con l’obbligazionario: la soluzione c’è

Si parla spesso della perdita di “appeal” del mondo obbligazionario tra gli investitori, dopo la ...

Comgest: le opportunità in Europa al di là del rallentamento

La forza dell’euro, unita a una riduzione della domanda di esportazioni, ha giocato un ruolo, oltr ...