Migrazioni di masse nel risparmio gestito

A
A
A

Tra i gruppi che hanno registrato i maggiori deflussi troviamo Credem, con -3.672 milioni di euro, Generali con -1.380,6 milioni di euro e Schroders con -701,2 milioni di euro.

Chiara Merico di Chiara Merico27 giugno 2018 | 11:49

Il mese di maggio è stato segnato da deflussi shock per l’industria del risparmio gestito, pari a 6,9 miliardi di euro. La raccolta, spiega Assogestioni, registra riscatti sulle gestioni collettive (-2,6 miliardo) e sulle gestioni di portafoglio (-4,3 miliardi). Sui mandati, in particolare, incidono negativamente operazioni infragruppo.

 

Andando nel dettaglio delle singole società, la maglia nera spetta a Credem, con -3.672 milioni di euro. Tuttavia, fa sapere una nota, “si tratta di un’operazione infragruppo. Dal 30/4/2018 il gruppo Credem ha trasferito il mandato di gestione delle gestioni separate vita da Euromobiliare Am Sgr a Credemvita (società di assicurazioni facente parte sempre del gruppo Credem) che per la sua natura societaria non è inclusa nelle statistiche Assogestioni. Lo spostamento per 3.670 milioni, che non rappresenta alcun disinvestimento da parte della clientela, si svolge pertanto all’interno del gruppo, nel quale rimangono totalmente le masse”. Segue il gruppo Generali con -1.380,6 milioni di euro: anche questo risultato, informa una nota del Leone, è dovuto principalmente a operazioni infragruppo. Al terzo posto troviamo Schroders con -701,2 milioni di euro, seguita da Anima Holding con -670,6 milioni di euro e dal gruppo Banco Bpm con -385,8 milioni di euro. In negativo anche il gruppo Deutsche Bank, al sesto posto nella classifica dei maggiori deflussi con -383,1 milioni di euro, seguito da Amundi (-310,2). Chiudono la graduatoria Lyxor con -292,4 milioni di euro, Franklin Templeton Investments con -236,5 milioni e il gruppo Intesa Sanpaolo con -206,2 milioni (-276,2 milioni da Eurizon Capital, mentre Fideuram ha registrato una raccolta positiva per 70 milioni).

 

Tra le poche note positive registriamo la performance di Morgan Stanley (+514,9 milioni di euro), seguita dal gruppo Ubi Banca (+372 milioni) e da Axa Im (338,2). Raccolta col segno più anche per Ubs Asset Management (267,4 milioni), M&G Investments (205,9), JPMorgan Asset Management (151,5), gruppo Mediolanum (129,3), Poste Italiane (99,6), gruppo Bnp Paribas (53,4) e gruppo Azimut (31,3).

 

Prendendo in esame il patrimonio gestito, il gruppo Generali resta saldamente in testa alla classifica con con 473,696 miliardi di euro. Sul podio in seconda posizione troviamo il gruppo Intesa Sanpaolo con 396,701 miliardi di euro (307,7 Eurizon Capital e 89 Fideuram), e al terzo posto Amundi con 205 miliardi di euro. Seguono Anima Holding (93 miliardi), Poste Italiane (80 miliardi), BlackRock Investment Management (73,6 miliardi), gruppo Ubi Banca (60 miliardi), gruppo Mediolanum (48,6 miliardi), gruppo Allianz (48 miliardi) e gruppo Azimut (42,2).

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Assogestioni è l’ago della bilancia di Carige

Risparmio gestito, l’exploit di Poste

Giugno fiacco per il risparmio gestito

Salone del Risparmio, tutto sulla decima edizione

Assogestioni, profondo rosso a maggio

Risparmio gestito, Eurizon medaglia d’oro

Assogestioni, ad aprile raccolta in lieve frenata

Fondi, i Pir a tutta birra

Exploit di M&G, ancora giù Generali

Rimbalza a marzo il risparmio gestito

Borsellino (Assogestioni): “Operazione trasparenza sui fondi d’investimento”

Salone del Risparmio, pronti via!

Assogestioni: Carreri vicepresidente con il nuovo budget

L’Olanda affonda la raccolta del Leone

Febbraio nero per il risparmio gestito

SdR18, via libera per le conferenze

Assogestioni al fianco del Fai

Assogestioni, a gennaio boom di Generali

Risparmio gestito, quasi 10 miliardi raccolti a gennaio

2017 col vento in poppa per il risparmio gestito

Assogestioni, la raccolta provvisoria 2017 sfiora i 100 miliardi di euro

Risparmio gestito, Eurizon e Fideuram dominano a novembre

Assogestioni, la raccolta vola ancora

Assogestioni, Ubi Banca scatta in testa a ottobre

Risparmio gestito, i fondi aperti trainano la raccolta a ottobre

Risparmio gestito, ancora un trimestre positivo

Assogestioni, nuovo record storico per il patrimonio

Risparmio gestito, Intesa tiene la testa

Pir, Assogestioni si fa qualche domanda sulle linee guida del Mef

Antiriciclaggio, conto alla rovescia per il corso Assogestioni

Risparmio gestito, Poste tallona Intesa Sanpaolo

Assogestioni, agosto caldo per l’industria

Assogestioni, raccolta splendente a luglio

Ti può anche interessare

State Street Global Advisors si rafforza con O’Connor

O’Connor avrà sede a Londra e risponderà direttamente a Cuan Coulter, responsabile di State Str ...

JP Morgan AM: rialzo dei tassi Usa spinge i costi di copertura in dollari

I tassi d'interesse Usa in aumento stanno contribuendo a far salire in maniera significativa i costi ...

Anima pensa a fare shopping

Il quotidiano Mf dedica un approfondimento ai conti trimestrali della società di gestione, che ha d ...