Fondi, fuga dagli emergenti

A
A
A

L’inserto FTfm del Financial Times dedica un ampio servizio ai deflussi registrati dai prodotti del risparmio gestito specializzati nel debito degli emerging markets.

Andrea Telara di Andrea Telara2 luglio 2018 | 09:08

Centinaia di milioni di dollari di deflussi. Sono quelli registrati negli ultimi mesi dai fondi d’investimento specializzati nel segmento del debito dei paesi emergenti. A questo fenomeno, documentato in base ai dati di Morningstar, viene dedicato oggi un ampio servizio da FTfm, l’inserto del Financial Times sul risparmio gestito. I deflussi sono legati molto a un diverso sentiment di mercato, in vista di politiche monetarie più restrittive da parte delle banche centrali. “I mercati emergenti sono quelli in cui il sentiment degli investitori fluttua maggiormente”, ha ricordato Ashis Dash, analista di Morningastar. Tra i prodotti che hanno subito i maggiori deflussi ci sono i fondi specializzati nel debito emergente di Pictet, Pimco e Allianz Global Investors.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

JP Morgan: un nuovo big degli Etf

Fidelity fa il pieno di raccolta con i fondi low cost

Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

Ti può anche interessare

BlackRock, sulla rotta giusta per un decennio

L’ascesa del colosso statunitense dell'asse management nell’era post-Lehmam ...

Consultinvest: Cina e USA sospendono le ostilità commerciali

Tra Cina e Usa è stata siglata una tregua nella possibile escalation protezionistica commerciale, m ...

Bnp Paribas Am: Usa, l’inflazione tende al rialzo

La Federal Reserve innalzerà i tassi in misura maggiore rispetto ai livelli previsti al momento dai ...