Gam si prepara a una hard Brexit

A
A
A

L’asset manager svizzero, secondo l’inserto FTfm del Financial Times, è pronto per uno scenario di uscita dura della Gran Bretagna dall’Ue.

Andrea Telara di Andrea Telara2 luglio 2018 | 09:37

Proti al “worst case”, lo scenario peggiore. Così, secondo quanto riporta FTfm, l’inserto del Financial Times dedicato al risparmio gestito, l’asset manager Gam si sta preparando alla Brexit, l‘uscita della Gran Bretagna dall’Ue. Mentre molti altri asset manager stanno pensando di spostare o hanno già spostato le loro sedi operative da Londra verso l’Europa Continentale, anche Gam si sta preparando a una hard Brexit, cioè di un’uscita dura dal Regno Unito dall’Ue, con molti contrasti tra il governo di Londra e le autorità di Bruxelles. Gam ha però ricordato di essere comunque ben posizionato di fronte a uno scenario di questo tipo visto che molti dei suoi fondi sono già posizionati in Irlanda  in Lussemburgo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Le banche d’affari e private in fuga da Londra

Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

Dalla Brexit alla Brentry

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Barclays vuole potenziare le attività a Dublino in vista della Brexit

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Brexit: dopo essere stata spavalda Theresa May deve usare toni più concilianti con la Ue

Brexit, M&G trasferisce quattro fondi in Lussemburgo

Brexit, al via il trasloco dell’Eba da Londra

Sterlina in calo, la Bank of England non ha fretta di alzare i tassi

Kempen investe sui family offices

Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

Brexit, si scaldano i toni e Jp Morgan Chase compra uffici a Dublino

Brexit: le banche pronte al trasloco da Londra, chi si rafforzerà su Milano?

Mattone in crisi a Londra

La Brexit? Un’occasione per le banche asiatiche

Ti può anche interessare

Invesco ha il 3% di Mediobanca

La società statunitense ha una quota rilevante di Piazzetta Cuccia nell’ambito delle attività di ...

Un fondo per gestire le sterzate del mercato

Algebris lancia il Fondo Tail Risk creato per contrastare gli shock di mercato ...

MFS: asset allocation per la crescita del capitale

Il debito globale ha raggiunto livelli mai visti prima ed è nettamente più elevato rispetto al 200 ...