Vontobel AM rafforza la squadra obbligazionaria

A
A
A

Yann Lepape entra a far parte del team obbligazionario della società

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti9 luglio 2018 | 15:30

Importante ingresso nell’ambito degli specialisti della gestione obbligazionaria di Vontobel Asset Management. Stiamo parlando di Yann Lepape, professionista che ha oltre 20 anni di esperienza in macroeconomia, strategie di mercato e gestione di portafogli. Prima di entrare in Vontobel Asset Management, ha lavorato per Oddo BHF AM, dove è stato membro del Global Investment Committee e responsabile dell’analisi macro globale, dell’asset allocation dell’offerta di fondi bilanciati (asset under management di 7 miliardi di euro) e il Portfolio Manager degli investimenti dei mercati emergenti (azionari, valutari e obbligazionari). Prima di Oddo BHF AM, è stato consulente finanziario del dipartimento del Tesoro francese. Yann Lepape ha iniziato la sua carriera nel 1995 come analista quantitativo di valuta presso il desk di trading proprietario di BNP Paribas. Ha conseguito una laurea in Finanza presso il CES di Lione e un dottorato in Economia presso il CEFI dell’Università di Aix Marseille.

In Vontobel Asset Management, Yann rafforzerà ulteriormente la capacità di gestione del portafoglio e di analisi macroeconomica del team Global Flexible e contribuirà a migliorare gli strumenti e i modelli quantitativi utilizzati dal team.

“Siamo lieti di rafforzare le nostre risorse globali flessibili con l’arrivo di un professionista altamente qualificato, Yann Lepape. In effetti, l’arrivo di Yann coincide con un cambiamento del regime di volatilità nei mercati del reddito fisso, quando le strategie veramente flessibili diventeranno una pietra miliare nell’allocazione dei portafogli a reddito fisso”, afferma Ludovic Colin, Head of Global Flexible Bonds di Vontobel Asset Management.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Etica, un comparto per ripensare il clima

L’armata dei fondi anti spread

Fondi, top e flop del 03/10/18

Fondi, se il gestore non serve a nulla

Fondi, top e flop del 28/09/18

BlackRock, il fondo a misura di prudenza

Fondi, top e flop del 25/09/18

Fondi, top e flop del 21/09/18

Fondi, top e flop del 19/09/18

Haxe guida per l’Europa di Investec AM

Doppietta di nomine per Jupiter AM

Una semestrale Mirabaudlante

Neuberger Bergman, arriva il fondo Clo Income

Pictet: biotecnologie, che forza!

Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Enasarco, arriva l’interrogazione parlamentare

Trimestre a tutta raccolta per T. Rowe Price

Candriam, sostenibili per vocazione

Dws, cambia la guida nel Sud Europa

Fondi, fuga dagli emergenti

Capitali, come portarli all’estero (legalmente)

L’industria dei fondi vale una montagna di soldi

Fondi passivi sostenibili, la strada è ancora lunga

Rompere gli schemi dell’asset allocation

Fondi, se resta solo la commissione di performance (o quasi)

Strategie multi asset per mantenere la rotta

Syz AM, un miliardo di motivi per sorridere

Fondi, la commissione di gestione è sotto pressione

Fidelity, you pay…less

Multi asset, una passione in evoluzione

SdR18/Bottillo (Natixis IM): “Attivi, what else?”

Ti può anche interessare

Polizze vita, operazione trasparenza

Il settimanale Plus24-IlSole24Ore approfondisce le linee guida sui prodotti assicurativi dell’auth ...

Edmond de Rothschild Am rafforza i Convertible Bonds con Jarrin

Con una carriera ventennale nei mercati finanziari e un profilo internazionale alle spalle, Cristina ...

Anima, un semestre a due facce

Utile e ricavi in crescita, raccolta in calo. Ma i flussi negativi sono stati influenzati dai disinv ...