Vontobel AM rafforza la squadra obbligazionaria

A
A
A

Yann Lepape entra a far parte del team obbligazionario della società

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti9 luglio 2018 | 15:30

Importante ingresso nell’ambito degli specialisti della gestione obbligazionaria di Vontobel Asset Management. Stiamo parlando di Yann Lepape, professionista che ha oltre 20 anni di esperienza in macroeconomia, strategie di mercato e gestione di portafogli. Prima di entrare in Vontobel Asset Management, ha lavorato per Oddo BHF AM, dove è stato membro del Global Investment Committee e responsabile dell’analisi macro globale, dell’asset allocation dell’offerta di fondi bilanciati (asset under management di 7 miliardi di euro) e il Portfolio Manager degli investimenti dei mercati emergenti (azionari, valutari e obbligazionari). Prima di Oddo BHF AM, è stato consulente finanziario del dipartimento del Tesoro francese. Yann Lepape ha iniziato la sua carriera nel 1995 come analista quantitativo di valuta presso il desk di trading proprietario di BNP Paribas. Ha conseguito una laurea in Finanza presso il CES di Lione e un dottorato in Economia presso il CEFI dell’Università di Aix Marseille.

In Vontobel Asset Management, Yann rafforzerà ulteriormente la capacità di gestione del portafoglio e di analisi macroeconomica del team Global Flexible e contribuirà a migliorare gli strumenti e i modelli quantitativi utilizzati dal team.

“Siamo lieti di rafforzare le nostre risorse globali flessibili con l’arrivo di un professionista altamente qualificato, Yann Lepape. In effetti, l’arrivo di Yann coincide con un cambiamento del regime di volatilità nei mercati del reddito fisso, quando le strategie veramente flessibili diventeranno una pietra miliare nell’allocazione dei portafogli a reddito fisso”, afferma Ludovic Colin, Head of Global Flexible Bonds di Vontobel Asset Management.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Neuberger Bergman, arriva il fondo Clo Income

Pictet: biotecnologie, che forza!

Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Enasarco, arriva l’interrogazione parlamentare

Trimestre a tutta raccolta per T. Rowe Price

Candriam, sostenibili per vocazione

Dws, cambia la guida nel Sud Europa

Fondi, fuga dagli emergenti

Capitali, come portarli all’estero (legalmente)

L’industria dei fondi vale una montagna di soldi

Fondi passivi sostenibili, la strada è ancora lunga

Rompere gli schemi dell’asset allocation

Fondi, se resta solo la commissione di performance (o quasi)

Strategie multi asset per mantenere la rotta

Syz AM, un miliardo di motivi per sorridere

Fondi, la commissione di gestione è sotto pressione

Fidelity, you pay…less

Multi asset, una passione in evoluzione

SdR18/Bottillo (Natixis IM): “Attivi, what else?”

SdR18/Giorgi (Blackrock): “Il nostro Universe”

La raccolta ci mette l’Anima

Caso Vegagest, due ipotesi e un silenzio assordante

Assogestioni: Carreri vicepresidente con il nuovo budget

La guerra dei fondi

Asia più forte per La Francaise

SdR18, via libera per le conferenze

Fondi, rivoluzione Fidelity

Kid, i problemi fanno slittare la notifica alla Consob

Petrolio in ascesa, la bussola per gli energetici di AcomeA

Fondaco, un nuovo fondo equity income

Anima e Poste, un accordo dai tre volti

Ti può anche interessare

I fondi Pir detengono il 23% del flottante su Aim Italia

Lo studio di IR Top ha delineato come nel primo anno di vita dei Pir gli strumenti legati ai Piani i ...

Allianz GI, nuovo ruolo per Battistini

Il manager, già responsabile dei segmenti Fund Buyer ed Istituzionali, assumerà il nuovo ruolo di ...

Asset management, in Francia nasce un nuovo polo

Partnership strategica tra La Financière de l’Echiquier e il gruppo Primonial. Nasce una nuova re ...