Utile in bella vista per Schroders

A
A
A

Buona crescita nel semestre per gli utili ante imposte e voci straordinarie della societàè

di Redazione26 luglio 2018 | 11:31

Il primo semestre del 2018 di Schroders si chiude riportando una crescita del 10% degli utili ante imposte e voci straordinarie, risultati pari a 397,1 milioni di sterline, rispetto ai 361,5 milioni di sterline del primo semestre 2017. In crescita anche il patrimonio gestito e amministrato, attestatosi nel periodo a 449,4 miliardi di sterline, rispetto ai 447 miliardi al 31 dicembre 2017. Per quanto riguarda le performance, al 30 giugno 2018 il 71% degli asset in gestione ha sovraperformato su un orizzonte temporale di tre anni, percentuale che sale al 77% sui cinque anni. Infine, il dividendo ad interim è cresciuto del 3% a 35 centesimi di sterlina per azione, rispetto ai 34 centesimi per azione del 2017.

Peter Harrison, Group Chief Executive, Schroders, ha commentato: “Abbiamo conseguito buoni risultati nella prima metà del 2018, con utili ante imposte e voci straordinarie in aumento del 10%, risultanti pari a 397,1 milioni di sterline. In un contesto complesso abbiamo registrato un aumento dei ricavi grazie alla nostra scelta strategica di focalizzarci su nuovi mercati e di continuare a evolvere i nostri prodotti e le nostre soluzioni di investimento.

Il nostro modello di business diversificato si è dimostrato essere ancora una volta valido. Il Wealth Management ha registrato una forte domanda da parte dei clienti e abbiamo continuato a espandere le nostre capabilities nei Private Assets e nelle strategie alternative, compensando così i venti contrari che hanno interessato altre aree del settore. Continuiamo a ritenere di poter generare crescita nel ciclo di mercato e di essere ben posizionati per creare valore per i nostri clienti e azionisti nel lungo termine”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Columbia Threadneedle Investments

Cari gestori, tagliate le fee

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Schroders

Vanguard, Rosti sceglie Tabanella

Fondi, top e flop del 11/02/19

Mifid 2, il punto di Assogestioni su conoscenza e competenza

Il futuro degli etf visto da Bnp Paribas AM

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Pictet AM

Fondi d’investimento: Candriam, un fondo sulle innovazioni per l’oncologia

Fondi d’investimento: Amundi e Cpr, il primo fondo azionario sull’istruzione

Fondi, top e flop del 4/02/19

Assogestioni delinea il futuro del gestito

Fondi, top e flop del 1/02/19

Salone del Risparmio X: iscrizioni aperte

Bluerating News del 28/1/19: ecco tutti i protagonisti

Fondi, top e flop del 28/01/19

Bmo sceglie in nuovo Ceo

Investimenti: trimestrali USA in chiaro scuro

Assogestioni: un aiuto interpretativo sui nuovi Pir

Fondi, top e flop del 21/1/2019

Fondi comuni: Niche AM, un debutto dal cuore italiano

Corcos (Assogestioni): mano tesa al governo sul nodo Pir

Fondi, top e flop del 09/01/19

Fondi, top e flop del 08/01/19

Fondi, top e flop del 31/12/18

Assogestioni, pioggia di deflussi a novembre

Fondi, top e flop del 24/12/18

Fondi comuni, rimanere sull’azionario premia

Fondi, top e flop del 20/12/18

Fondi, nel 2018 trionfa la decorrelazione

Fondi, top e flop del 19/12/18

Fondi, top e flop del 18/12/18

Fondi & sicav: profondo rosso

Ti può anche interessare

La gestione perfetta? E’ attiva e passiva

La corretta combinazione tra gestione attiva e passiva è un fattore chiave per migliorare la perfo ...

Road to Milano…. Road to the future!

Il roadshow oggi a Milano e giovedì a Bologna. ...

Investimenti, il peso della guerra commerciale sul settore energetico

Petrolio, quanto pesa la guerra commerciale su questo mercato ...