Anima, un semestre a due facce

A
A
A

Utile e ricavi in crescita, raccolta in calo. Ma i flussi negativi sono stati influenzati dai disinvestimenti di un cliente istituzionale.

Andrea Telara di Andrea Telara2 agosto 2018 | 13:11

Il gruppo Anima ha pubblicato i dati di bilancio sul primo semestre dell’anno. La raccolta netta del gruppo è stata negativa per circa 0,4 miliardi di euro; il dato è stato influenzato dai disinvestimenti di un unico soggetto istituzionale. Al netto di questa operazione, la raccolta nel periodo è stata positiva per circa 800 milioni di euro. Il totale delle masse gestite a fine semestre è pari a circa 92,6 miliardi di euro, in diminuzione del 2% rispetto ai 94,4 miliardi di euro a fine dicembre 2017.

Le commissioni nette di gestione hanno raggiunto i 139,7 milioni di euro (+35% rispetto ai 103,6 milioni di euro del primo semestre 2017). Nel corso dei primi sei mesi dell’esercizio le commissioni di incentivo sono state pari a 18milioni di euro (3,7 milioni di euro nello stesso periodo dell’anno precedente). Considerando queste ultime e gli altri proventi, i ricavi totali si sono attestati a 169,5 milioni di euro (in aumento del 42% sui 119,3 milioni di euro del primo semestre 2017). L’utile netto normalizzato (che non tiene conto di costi e ricavi straordinari e degli ammortamenti di intangibili a vita definita relativi alla c.d. “purchase price allocation”) è stato 86,5 milioni di euro nel 8 (+44% su base annua).

“I risultati del primo semestre confermano la nostra elevata focalizzazione su generazione di cassa e redditività, pur in un contesto di elevata volatilità e accresciuta incertezza del quadro macro-economico che hanno, negli ultimi mesi, condizionato le dinamiche commerciali nostre come del resto dell’industria. Guardando al secondo semestre, siamo fiduciosi di poter continuare nel percorso di crescita organica e ci aspettiamo dati di raccolta netta positivi ed in miglioramento rispetto al primo semestre anche alla luce degli accordi stipulati negli ultimi mesi e, quindi, non ancora a pieno regime” ha commentato Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima: utile e ricavi giù, masse su

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Gestori in vetrina – Anima

Caccia grossa nel risparmio gestito

Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

Gestito, Anima cerca un partner

Anima, la raccolta frena a febbraio

Fondi d’investimento, alleanza tra Anima e Legg Mason

Anima, un bilancio coi fiocchi

Consulenti: Anima vi racconta le Eccellenze d’Italia

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Caro consulente, per 3 italiani su 4 non sei “molto importante”

Raccolta, Anima chiude l’anno in bellezza

Anima, novembre positivo per la raccolta

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Anima mette su massa

Anima, giù la raccolta a ottobre

Anima e cuore nella raccolta a settembre

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Anima, il Banco Bpm spinge la raccolta in agosto

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Anima, giugno con il segno meno

Anima, maggio nero per la raccolta

Anima, i top manager comprano azioni

Anima pensa a fare shopping

Anima, crescita a doppia cifra per utili e masse

Anima, aprile con il segno più

Anima, aumento di capitale ai nastri di partenza

Anima, cedola a 0,19 euro

Anima, le masse volano a febbraio

Poste-Anima, riparte l’alleanza

Anima mette un limite alle commissioni di switch

Anima, utile e raccolta in crescita nel 2017

Ti può anche interessare

Nel risparmio gestito, oltre lo studio ci vuole passione!

E’ innegabile: la passione è l’ingrediente per il successo. Anche nel mondo finanziario ...

Allianz Italia, semestre in crescita

Aumento dei premi (+1,3%) e dei ricavi (+1,9%) per la compagnia guidata da Giacomo Campora ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 13/05/2019

La rubrica del risparmio gestito. ...