Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

A
A
A

Lombard Odier Investment Managers nomina il primo gestore di portafoglio azionario per favorire l’innovazione digitale

di Redazione6 agosto 2018 | 16:00

Come espresso all’interno di un comunicato, Lombard Odier Investment Managers («Lombard Odier IM») ha nominato François Meunier Gestore di portafoglio azionario, che svolgerà la propria attività a Londra.

In questo ruolo, che rappresenta una novità assoluta, François lavorerà alla ricerca di opportunità di investimento globali che siano innovative per i vari settori, a monte e a valle della catena del valore. François riporterà direttamente a Didier Rabattu, Head of Equities.

François arriva da Morgan Stanley, dove ha ricoperto l’incarico di Head of Technology Equity Research sin dal 2010. Con questo ruolo è stato consulente strategico dell’ufficio del primo ministro britannico a Downing Street e del ministero dell’Economia francese e ha seguito il lancio di una gamma di fondi dedicati alla digitalizzazione e all’automazione, all’Internet delle cose, all’intelligenza artificiale e al calcolo quantico. Prima di Morgan Stanley, François è stato per sei anni Head of Technology Equity Research presso JPMorgan Cazenove.

Didier Rabattu ha commentato: «Siamo contenti di accogliere François nel nostro team. Noi di Lombard Odier crediamo che sia in corso una rivoluzione della sostenibilità, sostenuta dai valori dell’innovazione e della disruption digitale. François ha un ampio bagaglio di esperienza in questi ambiti che ci aiuterà a identificare le aziende in grado di garantire ai nostri clienti un rendimento economico extra che sia sostenibile nel lungo periodo».

François Meunier ha dichiarato: «Le tecnologie innovative e di rottura svolgeranno un ruolo fondamentale nell’accelerare la tendenza in corso verso la sostenibilità. Questo crea significative opportunità di investimento per coloro che sono disposti ad adattarsi panorama economico e sociale in costante cambiamento. Sono entusiasta di entrare a far parte di un’azienda che ha dimostrato di essere all’avanguardia su questa mentalità e determinata a garantire un vantaggio concreto agli investitori».


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, top e flop dell’8/2/2019

Fondi, top e flop del 5/02/19

Fondi, Top e Flop del 31/1/2019

Fondi, top e flop del 29/01/19

BlackRock, una poltrona per sei

Jupiter AM, un ex Janus Henderson al comando

Fondi, top e flop del 18/1/2019

Goldman, il conto dello scandalo malese

BlackRock si prepara a tagliare 500 posti di lavoro

Un figlio delle stelle per Nordea Asset Management

Fondi, top e flop del 2/1/2019

Fondi, top e flop del 27/11/18

Fondi, Jupiter si lancia sull’Eurozona

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Pimco stronca l’Italia e i Btp

Fondi, top e flop del 22/11/18

Fondi, top e flop del 19/11/18

Etf: nelle azioni privilegiate ci Invesco

Fondi, ecco quanto rende il boom green

Fondi, top e flop del 08/11/18

Fondi, Oddo va di short

Poste s’inventa la polizza istantanea

Fondi, top e flop del 18/10/18

Facebook, Zuckerberg sotto attacco dei fondi

Fondi, top e flop del 16/10/18

Quaestio porta a casa un nuovo closing

Notz Stucki, le prime mosse della sgr milanese

Etica, un comparto per ripensare il clima

L’armata dei fondi anti spread

Fondi, top e flop del 03/10/18

Fondi, se il gestore non serve a nulla

Fondi, top e flop del 28/09/18

BlackRock, il fondo a misura di prudenza

Ti può anche interessare

Portafoglio molto sostenibile

La sostenibilità è diventata un elemento fondamentale per le scelte di consumo e d’investimento. ...

Azimut prende Sofia Sgr

Azimut Sgr subentrerà nella gestione, tra l’altro, di quattro fondi comuni di investimento aperti ...

Parola d’ordine: neutralità

Il gruppo di lavoro Panel Strategist di Aiaf– Associazione Italiana per l’Analisi Finanziaria ...