Luglio sorride ad Amundi, meno a Generali

A
A
A

Sul podio seguono Anima Holding e Morgan Stanley. Per il Leone alato, precisa una nota, i deflussi sono dovuti principalmente a operazioni infragruppo.

Chiara Merico di Chiara Merico11 settembre 2018 | 11:44

A luglio il settore del risparmio gestito continua a registrare deflussi, anche se il risultato di -483 milioni di euro rappresenta un andamento leggermente migliore rispetto ai -579 milioni di giugno. Lo rivela la mappa mensile diffusa da Assogestioni. Per quanto riguarda le singole società, in testa alla classifica della raccolta netta del periodo troviamo il gruppo Amundi con 1037,3 milioni di euro, seguito sul podio da Anima Holding (+525,6 milioni di euro) e da Morgan Stanley con 379,8 miliardi di euro. Al quarto posto troviamo il gruppo Azimut con 369,4 milioni di euro, seguito dal gruppo Ubi Banca con una raccolta netta nel periodo di 344,9 milioni di euro. In classifica seguono al sesto posto il gruppo Intesa Sanpaolo con 329,2 milioni di euro (362,8 milioni da Eurizon Capital, mentre Fideuram ha registrato deflussi per 33,9 milioni di euro); poi Lyxor (+272,8 milioni), Ubs Asset Management (+257,3 milioni), gruppo Mediolanum (+208,6 milioni) e JpMorgan Asset Management (+96,5 milioni).

DEFLUSSI PER GENERALI –  A registrare i maggiori deflussi nel mese è stato il gruppo Generali, con -2.437,7 milioni di euro. Un risultato che, come spiega una nota del Leone, è dovuto a operazioni infragruppo, a cui si aggiunge l’effetto one-off dovuto alla dismissione dei portafogli che in precedenza erano detenuti da Generali Leben, in seguito alla cessione di quest’ultima. Nella classifica dei deflussi segue al secondo posto il gruppo Bnp Paribas (-765,7 milioni di euro) e il Credito Emiliano (-170,2 milioni di euro). Prendendo in esame il patrimonio gestito, il gruppo Generali resta saldamente in testa alla classifica con con 474,424 miliardi di euro. Sul podio in seconda posizione troviamo il gruppo Intesa Sanpaolo con 398,059 miliardi di euro (308,9 Eurizon Capital e 89,1 Fideuram), e al terzo posto Amundi con 199,7 miliardi di euro. Seguono Anima Holding (103 miliardi), Poste Italiane (86 miliardi), BlackRock Investment Management (73 miliardi), gruppo Ubi Banca (60 miliardi), gruppo Mediolanum (49 miliardi), Allianz (48 miliardi) e gruppo Azimut (42


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi: Amundi corre, Generali frena

Frenata d’autunno per il risparmio gestito

Intesa risplende sotto il Sole del gestito

Risparmio gestito, continua il segno meno

Risparmio gestito, tre mesi in apnea

Assogestioni è l’ago della bilancia di Carige

Risparmio gestito, l’exploit di Poste

Giugno fiacco per il risparmio gestito

Salone del Risparmio, tutto sulla decima edizione

Migrazioni di masse nel risparmio gestito

Assogestioni, profondo rosso a maggio

Risparmio gestito, Eurizon medaglia d’oro

Assogestioni, ad aprile raccolta in lieve frenata

Fondi, i Pir a tutta birra

Exploit di M&G, ancora giù Generali

Rimbalza a marzo il risparmio gestito

Borsellino (Assogestioni): “Operazione trasparenza sui fondi d’investimento”

Salone del Risparmio, pronti via!

Assogestioni: Carreri vicepresidente con il nuovo budget

L’Olanda affonda la raccolta del Leone

Febbraio nero per il risparmio gestito

SdR18, via libera per le conferenze

Assogestioni al fianco del Fai

Assogestioni, a gennaio boom di Generali

Risparmio gestito, quasi 10 miliardi raccolti a gennaio

2017 col vento in poppa per il risparmio gestito

Assogestioni, la raccolta provvisoria 2017 sfiora i 100 miliardi di euro

Risparmio gestito, Eurizon e Fideuram dominano a novembre

Assogestioni, la raccolta vola ancora

Assogestioni, Ubi Banca scatta in testa a ottobre

Risparmio gestito, i fondi aperti trainano la raccolta a ottobre

Risparmio gestito, ancora un trimestre positivo

Assogestioni, nuovo record storico per il patrimonio

Ti può anche interessare

Ethenea: asset allocation basata su fattori di rischio per portafogli stabili

Per poter prendere le migliori decisioni possibili, Ethenea si affida a un'asset allocation basata s ...

Tassi di interesse e obbigazioni emergenti, la mixology d’investimento di M&G

L'impatto dell'aumento dei tassi di interesse statunitensi sulle obbligazioni dei mercati emergenti, ...

Syz AM, un miliardo di motivi per sorridere

La società raggiunge un traguardo importante nelle masse gestite in Italia ...