Generali in America punta sui fondi low cost

A
A
A

Siglata una partnership con Aperture Investors per lanciare fondi di investimento a basso costoremunerati con le commissioni di performance

Andrea Telara di Andrea Telara20 settembre 2018 | 14:30

Assicurazioni Generali, e Aperture Investors hanno annunciato oggi il lancio di una nuova i società di gestione del risparmio basata su un modello di ricavi radicalmente differente, guidata da Peter Kraus, inprecedenza Presidente e CEO di AllianceBernstein (AB) e Global Co-Head della divisione Investment Management di Goldman Sachs. Generali metterà a disposizione fino a  4 miliardi di dollari in capitale di investimento strategico per le diverse strategie di investimento, sottoposte all’approvazione del Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali e di Aperture Investors.

Nel modello di ricavi di Aperture Investors, la società addebita commissioni di base come quelle degli Exchange Traded Funds (Etf), che possono incrementare solo quando i manager superano i benchmark di riferimento. Allo stesso modo, i manager ricevono un compenso di base limitato e possono guadagnare di più solo quando generano una sovraperformance*, un’importante differenza rispetto alla tradizionale struttura a commissioni fisse in cui i manager sono remunerati in base al volume di attivi gestiti. Inoltre, un sistema di differimento (a lungo termine) fa sì che i compensi non maturati vengano restituiti ai clienti di Aperture Investors, assicurando che la redditività della società dipenda dal fatto che i propri clienti ricevano o meno ritorni superiori rispetto al benchmark nel lungo periodo*.

Tim Ryan, ceo di Generali Asset Management, ha commentato: “Aperture Investors rappresenta un’altra tappa importante nella strategia multi-boutique di Generali lanciata lo scorso anno. Crediamo che l’innovazione non sia solo una leva essenziale per il nostro successo nel lungo periodo, ma anche un’opportunità per Generali di guidare il processo di cambiamento come leader del settore assicurativo e finanziario. Aperture Investors ci offre la capacità di sviluppare un nuovo modello che riguarda gli incentivi dei gestori, valorizzando al contempo anche l’inestimabile know-how nel nostro settore”.

Carlo Trabattoni, head of Generali Investment Partners, ha dichiarato: “Peter Kraus ha una storia ventennale di successo nella gestione di organizzazioni finanziarie globali e la capacità di ispirare e attrarre talenti desiderosi di trasformare il business dell’asset management. Il totale delle masse gestite in tutto il mondo supera di molto $ 84 trilioni, molti gestori attivi stanno sottoperformando e la gestione passiva è in crescita. Con Aperture, vogliamo combinare l’interesse per la gestione passiva con i vantaggi della gestione attiva”.

“L’asset management è un settore che da tempo attende un cambiamento. Al momento ci sono troppi gestori attivi che gestiscono troppo denaro. Le commissioni fisse ed una mancanza di reali vincoli alla capacity dei fondi hanno per molto tempo incentivato i gestori a far crescere gli attivi in gestione piuttosto che cercare di ottenere una sovraperformance”, ha dichiarato Peter Kraus, Presidente e ceo di Aperture Investors. “Questa struttura ha condotto ad anni di performance insufficienti che hanno eroso la fiducia del cliente nella gestione attiva. Questo è ciò che intendiamo cambiare, allineando gli incentivi di manager e clienti intorno alla sovraperformance*. Lo facciamo addebitando commissioni simili agli ETF passivi quando la performance è in linea o al di sotto di un benchmark definito – che aumentano solo quando generiamo sovraperformance*. È nostra convinzione che gli investitori sarebbero più propensi a pagare per ottenere un rendimento, piuttosto che pagare indipendentemente dal fatto che lo ottengano o meno, e l’unico modo per farlo è modificare radicalmente il modello tradizionale di commissioni fisse basate sulle masse in gestione”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Generali, corsa a tre su Bbva

Generali, un semestre d’oro

Generali sul solido vascello del risparmio gestito

Generali, utili col turbo nel risparmio gestito

Generali, acquisizione nell’asset management

Generali risparmia in anticipo sul piano triennale

Generali cerca un accordo in Asia

Generali cresce in India ed esce (in parte) dal Belgio

Generali, il Leone punta sull’asset management

Alleanza trasforma 900 partite Iva a tempo indeterminato

Generali, shopping in Polonia nel risparmio gestito

Generali, la trimestrale batte le attese

Generali, riorganizzazione in vista in Italia

Generali, la nuova sgr (con Trabattoni) in rampa di lancio

Carige, Generali aderisce alla conversione del bond Tier 1

Generali, utile sopra le attese ma polizze in retromarcia

Donnet (Generali): “Il business in Francia non è in vendita”

Generali vende il business in Colombia

Polizze, anche Generali lancia i suoi Pir

Generali, azzerata (o quasi) la quota in Intesa Sanpaolo

Generali, utile in calo e nuove strategie nel risparmio gestito

Donnet (Generali): “Rafforzeremo ancora l’asset management”

Polizze Vita, ecco quelle che hanno reso di più lo scorso anno

Generali si prepara a lasciare la Colombia

Generali, utili al top ma cala la raccolta

Galateri (Generali): “Nessuna preclusione ad accordo con Intesa”

Per Generali spunta anche l’ipotesi Mediolanum

Generali, Intesa Sanpaolo mette in cantiere l’offerta

Assicurazioni Generali, Intesa Sanpaolo scopre le carte

Le grandi manovre su Generali

Generali nel mirino

Generali, l’a.d. Mario Greco sentito dai pm a Trieste sul vecchio management

Generali, Vbh e Palladio insieme per le infrastrutture

Ti può anche interessare

Anima, novembre positivo per la raccolta

A fine novembre 2018 le masse gestite complessive del gruppo Anima ammontano a oltre 172 miliardi di ...

Fondi d’investimento: Candriam, un fondo sulle innovazioni per l’oncologia

La società lancia il fondo Oncology Impact ...

Anima, giù la raccolta a ottobre

Il totale da inizio anno è positivo per circa 0,8 miliardi di euro; il totale delle masse gestite a ...