Allianz Italia: al via la campagna “Proteggi oggi la serenità del tuo futuro”

A
A
A

La campagna pubblicitaria affronta, per la prima volta, il tema della perdita dell’autosufficienza.

Chiara Merico di Chiara Merico1 ottobre 2018 | 15:06

Allianz Italia lancia una nuova campagna pubblicitaria che affronta, per la prima volta, il tema della perdita dell’autosufficienza. La compagnia guidata dall’amministratore delegato Giacomo Campora, tra i leader di mercato con più di sette milioni di clienti, ha scelto questo importante tema per sensibilizzare il grande pubblico con una campagna di comunicazione in onda da sabato 29 settembre sulle principali reti televisive nazionali e satellitari. In Italia, oggi, sono già oltre tre milioni le persone non autosufficienti, cioè incapaci di svolgere le più elementari azioni della vita quotidiana, tra le quali nutrirsi e muoversi autonomamente. È una condizione che può sopraggiungere con l’avanzare dell’età o a causa di una malattia o di un grave infortunio, e che può compromettere l’equilibrio familiare. La condizione di non autosufficienza incide sulle fasce di età più avanzate – oltre i 74 anni, una persona su tre – e l’invecchiamento della popolazione fa prevedere che, crescendo il numero di anziani, aumenterà anche quello delle persone non autosufficienti. Nel 2050, la popolazione degli italiani over 65enni sarà cresciuta di circa 6 milioni e mezzo, dei quali si stima 1,5 milioni saranno non più autosufficienti. Roberto Felici, head of market management di Allianz, spiega: “La campagna di comunicazione vuol far riflettere gli italiani sul tema della perdita della autosufficienza e sulle soluzioni assicurative per evitare che un problema così grande ricada sui propri familiari, soprattutto per gli elevati costi che genera. Siamo i primi a trattare l’argomento mediaticamente, proponendo una riflessione sul futuro, e al contempo presentando Universo Persona Rendita Autosufficienza, una soluzione innovativa e davvero completa contro questo rischio così importante, che oggi in Italia ha già toccato 3 milioni di persone”. I protagonisti degli spot televisivi – nella versione maschile e in quella femminile – interpretano una prima scena ambientata negli anni ’70, nella quale padre e madre sono impegnati ad accudire i figli ancora piccoli. Un cambio di prospettiva proietta il tempo in avanti di molti anni fino ai nostri giorni: nella scena successiva, sono i figli ormai adulti a prendersi cura dei genitori non più autosufficienti. L’agente Allianz conclude il filmato con un invito agli spettatori: “Inizia oggi a proteggere la tua serenità con Allianz Universo Persona Rendita Autosufficienza. Gli spot, in due soggetti da 30”, sono on air da sabato 29 settembre sulle principali reti televisive nazionali e satellitari, per una durata di sei settimane, con elevata frequenza nel prime time. La massiccia pianificazione – circa 6.000 passaggi – consentirà di raggiungere una audience di circa 56 milioni di italiani, che mediamente vedranno lo spot 25 volte nel corso della campagna. La creatività di Ogilvy, uno dei maggiori network di comunicazione al mondo, vede la direzione creativa affidata a Giuseppe Mastromatteo e Paolo Iabichino. La regia è di Amanda Blue, per la casa di produzione The Family. La pianificazione media è curata da Carat. La canzone “Have a nice day” degli Stereophonics è stata appositamente rivisitata in versione acustica, per enfatizzare la delicatezza del tema trattato negli spot, dalla giovane cantante di talento Giulia Militello, prodotta e arrangiata da Vittorio Cosma, musicista e producer famoso per le sue collaborazioni con artisti italiani e internazionali.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Allianz Italia, il futuro è super

Allianz Italia, premi in crescita nei nove mesi

Trofeo Allianz Tower, un premio per i runner scalatori

Ti può anche interessare

Merian prende Colavito da Allfunds Bank

Il manager, operativo a partire da oggi, riporterà al country head Italy, Cristiano Busnardo, e sar ...

Assogestioni: un aiuto interpretativo sui nuovi Pir

Una circolare di chiarimento alle Sgr associate ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 3/06/2019

La rubrica del risparmio gestito ...