La grande debacle delle gestioni attive

A
A
A

Negli ultimi dieci anni più di tre quarti dei fondi azionari italiani a gestione attiva hanno sottoperformato il benchmark

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti9 ottobre 2018 | 10:50

Si può dire che gli ultimi dieci anni non sono stati un periodo particolarmente brillante per le gestioni attive, per lo meno a livello di performance. Se giusto qualche giorno fa vi avevamo proposto un approfondimento su una recente ricerca di Morningstar che evidenziava come solo un quarto dei prodotti attivi fosse riuscito a battere gli etf e gli indici, oggi vi riportiamo i risultati il documento semestrale S&P Indices Versus Active Funds (SPIVA®) Europe Scorecard – Mid Year 2018 Results (in allegato), che analizza i dati sulla performance dei fondi a confronto con i rispettivi benchmark. Risultati che, per così dire, ricalcano le evidenze del precedente articolo.

Non a caso più di tre quarti dei fondi azionari italiani a gestione attiva hanno sottoperformato il benchmark (giugno 2017 – giugno 2018).

Vediamo di seguito i dati salienti per il periodo di un anno terminato il 30 giugno 2018.

Fondi azionari italiani: nel periodo di un anno terminato il 30 giugno 2018, il 79% dei fondi azionari italiani a gestione attiva ha sottoperformato l’S&P Italy BMI. In un orizzonte temporale di dieci anni, il 72% ha sottoperformato il benchmark.

Rispetto all’S&P Italy BMI i fondi attivi che investono in azioni italiane hanno conseguito un rendimento medio ponderato per gli attivi inferiore del 2,3% in un periodo di un anno e superiore dello 0,7% annualizzato in un periodo di dieci anni. Il rendimento medio ponderato per gli attivi indica la performance di un investitore medio e attenua l’influenza dei fondi più piccoli.

Fondi azionari europei: il 59% dei fondi azionari paneuropei a gestione attiva denominati in euro ha sottoperformato l’S&P Europe 350. Tale percentuale sale al 74% e all’87% rispettivamente negli orizzonti temporali di cinque e dieci anni.

Fondi azionari statunitensi: il 70% dei fondi azionari statunitensi a gestione attiva denominati in euro ha sottoperformato l’S&P 500 nell’anno di riferimento. Tale percentuale sale al 92% e al 98% rispettivamente negli orizzonti temporali di cinque e dieci anni.

Fondi azionari globali: l’82% dei fondi azionari globali a gestione attiva denominati in euro ha sottoperformato l’S&P Global 1200 nell’anno di riferimento. Tale percentuale sale al 96% e 99% rispettivamente nei periodi di cinque e dieci anni.

Fondi dei mercati emergenti: l’81% dei fondi azionari dei mercati emergenti a gestione attiva denominati in euro ha sottoperformato l’S&P/IFCI. Tale percentuale sale al 99% in un orizzonte temporale di dieci anni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi comuni, a sorpresa l’Europa raddoppia le masse del 2008

Fondi, la grande sfida dei costi

Assogestioni, patrimonio al top. Generali sempre al comando

Asset allocation, guadagnare giocando in difesa

BlackRock, utile giù ma crescono gli asset

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 16/07/2019

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 9/07/2019

Fondi comuni: vincitori e vinti di metà anno

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 6/06/2019

Franklin Templeton, Todeschini nuovo etf sales specialist

Gestori in vetrina – Schroders

Gestori in vetrina – State Street Global Advisors

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 7/05/2019

Gestori in vetrina – Natixis IM

Mirabaud, super utile per celebrare il bicentenario

Investimenti, Robeco: 4 temi di engagement sui quali puntare

Pramerica, passo avanti nella sostenibilità

Candriam, un 2018 nel segno della crescita

Bnp Paribas AM: tanti saluti al carbone

Allianz GI: Linker per l’Italia, D’Avenia vola negli States

Salone del Risparmio 2019, ecco i temi chiave di Assogestioni

Anima, un bilancio coi fiocchi

BFC Education, questa sera Marcialis parlerà di oneri dei prodotti del risparmio gestito

Esg e risparmio gestito si fondono al Salone del risparmio 2019

Castle Mount LP completa il quarto closing

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Franklin Templeton

ConsulenTia19, gestori in vetrina: La Financière de l’Echiquier

Fondi d’investimento, top e flop del 18/02/19

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Columbia Threadneedle Investments

Cari gestori, tagliate le fee

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Schroders

Vanguard, Rosti sceglie Tabanella

Fondi, top e flop del 11/02/19

Ti può anche interessare

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 13/08/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Il gruppo Anima ha diffuso i dati relativi al mese di gennaio ...

Carmignac, la sostenibilità ha un nuovo volto

Novità per la sostenibilità di Carmignac. La società ha annunciato la nomina di Justin Kew, CFA, ...