BlackRock, sulla rotta giusta per un decennio

A
A
A

L’ascesa del colosso statunitense dell’asse management nell’era post-Lehmam

Francesca Vercesi di Francesca Vercesi12 ottobre 2018 | 09:49

Meno di 4mila miliardi di dollari dieci anni fa e più di 6mila miliardi oggi. Basta questo raffronto numerico per avere un’idea del mezzo miracolo compiuto in un decennio da BlackRock, il più grande gruppo di asset management del mondo che è riuscito quasi a raddoppiare le sue masse in gestione tra il 2008, anno della grande crisi finanziaria causata dal fallimento della banca d’affari Lehman Brothers, e i giorni nostri. Oggi BlackRock gestisce appunto asset per oltre 6 trilioni di dollari,  una cifra pari a quasi il doppio del Pil della Germania, pur dovendo fronteggiare l’agguerrita concorrenza della connazionale Vanguard.

UN UOMO AL COMANDO –Dietro a queste performance del colosso statunitense c’è in prima fila un uomo:  Laurence Douglas Fink (nella foto), detto Larry, 66 anni, che di BlackRock è presidente ed stato il fondatore nel lontano 1988, assieme a Keith Anderson e Ralph Schlosstein.  Niente male per uno che poco prima era addirittura disoccupato. L’avventura imprenditoriale di Finck è iniziata infatti poco dopo un suo licenziamento. First Boston, società dove Finck lavorava da 12 anni come trader, gli diede il benservito dopo che il dipartimento da lui diretto perse ben 100 milioni di dollari per una previsione sbagliata sui tassi d’interesse.  Dopo quell’episodio professionale non certo piacevole, Fink decise di mettersi in proprio e dare vita a BlackRock, nata da una scissione del gruppo BlackStone. Dopo aver acquisito nel 2006  Merrill Lynch Investment Managers, con un’operazione che gli ha consentito di raddoppiare gli asset in gestione, nel 2008 BlackRock si è trovata a fronteggiare con le spalle ben larghe la grande crisi finanziaria internazionale, innescata dal fallimento della banca d’affari Lehman Brothers. Come per molte altre aziende del risparmio gestito, anche per BlackRock quel grande crack che mise quasi in in ginocchio il sistema bancario fu invece paradossalmente quasi una manna dal cielo.

ESPANSIONE CON ISHARES –Mentre infatti le autorità monetarie portavano sotto zero i tassi d’interesse spingendo molti investitori a lasciare le cedole sempre più avare dei bond per indirizzarsi sui fondi comuni, Finck cercò di rafforzare ancor più la posizione della sua società.  Nel 2009, proprio approfittando della crisi del sistema bancario, decise di acquistare dall’allora agonizzante gruppo Barclays uno dei suoi gioielli: la controllata Barclays Global Investors che a sua volta conteneva iShares, marchio leader nel mercato degli Exchange traded fund (Etf) i fondi low cost che stanno sottraendo progressivamente terreno ai prodotti del risparmio gestito tradizionali. E così, oltre a essere un grande gestore attivo, BlackRock è oggi anche un big degli Etf. Ora la nuova frontiera del business del gruppo fondato da Finck si chiama Alladin, un software per la gestione del rischio che non serve soltanto internamente all’azienda ma viene venduto anche all’esterno. Per adesso Alladin genera soltanto il 5-7% dei ricavi di BlackRock ma l’obiettivo è di arrivare al 30% entro il 2022. Se il target verrà centrato, la società fondata da Fink avrà dimostrato ancora un volta la sua capacità di adattarsi ai tempi, una qualità che tanta buona sorte gli ha portato dopo il crack di Lehman.

l’articolo stato pubblicato sul numero di settembre del mensile ASSET CLASS


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Europa, Etf come se piovesse

Borse, BlackRock aspetta il rally

BlackRock, utile in calo

BlackRock, cordata per avere Carige

BlackRock va alla conquista della Cina

Carige, investitori misteriosi dietro a BlackRock

BlackRock, giro di poltrone ai piani alti

BlackRock, grandi novità in Italia

Azimut: è BlackRock il primo azionista

Blackrock, accelerata per Carige

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Etf, BlackRock: sei nuovi fondi sostenibili

BlackRock, retromarch sulla piazza italiana

BlackRock sedotta dal Dragone: le ragioni per investire in azioni cinesi

Ballabio lascia iShares

Il big di BlackRock loda Intesa Sanpaolo

Azimut: il 5% (quasi) è di BlackRock

Intesa, il feeling Messina-BlackRock

BlackRock, utile in picchiata nell’ultimo trimestre 2018

Investitori istituzionali, fuggi fuggi dal rischio

BlackRock si prepara a tagliare 500 posti di lavoro

iShares, nel 2018 è ancora Regina degli Etf

BlackRock, valzer di poltrone

Un altro anno da record per Vanguard

BlackRock: tanti profitti, ma quanti riscatti

Eurizon, porte chiuse a BlackRock

Bellingeri lascia iShares per Credit Suisse

Sperandeo (BlackRock) : “La corsa degli Etf sostenibili è appena cominciata”

Fisco, in Germania trema BlackRock

Cambio al vertice di Vanguard

BlackRock fa il pieno di sostenibilità

BlackRock, il male oscuro del gigante

BlackRock, maxi riscatti nonostante la trimestrale

Ti può anche interessare

Incidente Bologna, ad Allianz 464 richieste di risarcimento

La maggior parte delle richieste di risarcimento danni riguarda abitazioni private, seguite da lesio ...

Pir, la raccolta tiene botta

Nel mese di dicembre i Pir hanno incassato 82,2 milioni di euro. Un risultato positivo e in controte ...

Asset allocation, tentazione emergente

La crescita degli strumenti indicizzati sul debito degli emergenti ...