Notz Stucki, le prime mosse della sgr milanese

A
A
A
Avatar di Redazione 16 Ottobre 2018 | 10:08
Notz Stucki Europe pronta per acquisizioni in Italia. Ecco il fondo sul Luxury

Prendono avvio le attività della Sgr milanese Notz Stucki, guidata dal Country Manager Giacomo Calef: si tratta della succursale di Notz Stucki Europa S.A., è autorizzata ai servizi di consulenza e gestione da parte di Banca d’Italia. Il gruppo, fondato nel 1964, ha circa 10 miliardi di franchi di masse (metà in fondi e metà in gestione) con clienti per l’80% europei (svizzeri, spagnoli, francesi e italiani). In Italia la società punta ora a espandersi: “Stiamo guardando a Sim e sgr con massimo 1 miliardo di masse – spiega Giacomo Calef – L’obiettivo è poter accedere ad accordi di distribuzione per i nostri fondi e le gestioni”.

Accanto alle attività di private banking e wealth management, Notz Stucki ha infatti oltre 20 fondi, ma punta, in Italia, su cinque Ucits (bilanciati, conservativi, equity Usa e sul lusso). Dal 2010 ha centralizzato in Lussemburgo la gestione e il domicilio dei suoi fondi di investimento, ottenendo la qualifica di Super Management Company, che consente la gestione, l’oversight e la distribuzione di fondi Ucits e alternativi.

Tra questi, il DCG Franck Muller Luxury Fund che investe in titoli del settore del lusso attraverso un approccio basato sui fondamentali. A fine settembre la performance superava il 10,3% (+6,3% il benchmark). Con una volatilità annualizzata (da dicembre 2014, data di avvio del fondo) del 10,1% (14,6% l’indice) e uno sharpe ratio di 0,45 (0,38 il benchmark). Alla data attuale i titoli più pesanti del portafoglio sono Estee Lauder (6,6%), Lvmh (6,4%) e Tapestry (6,4%).

A cura di FinanzaOperativa.com

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, ecco perché l’obbligazionario asiatico può fare bene al portafoglio

La Française, nuovo fondo a scadenza con strategia low-carbon

I migliori fondi, la classifica top 20 Europa

Wealth Management, Arca Fondi campione del digitale

Pir, nel 2019 c’è chi ha guadagnato il 28%

Banco Bpm, la partita è in mano ai fondi

Tremate, arrivano i fondi 007

Euclidea e Vanguard, nuova linea azionaria su etf e fondi indicizzati

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 19/07/2019

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 15/07/2019

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 11/07/2019

H2O, 3 miliardi in fuga

Fondi, ecco i gestori d’oro del 2019

Gestori in vetrina – Lyxor Etf

Gestori in vetrina – iShares

Fondi, guadagni a doppia cifra

Gestori in vetrina – Merian GI

Fondi, arriva il gigante europeo

Fondi, non ci sono più i gestori di una volta

Gestori in vetrina – Allianz GI

Consulenti e fondi, ecco i top (e i flop) da inizio anno

Gestori in vetrina – JP Morgan AM

Gestori in vetrina – Fidelity International

I 5 fondi che hanno ucciso la crisi

Mini fondi pensione: pochi soldi per un doppio vantaggio fiscale

Fondi di investimento, MFS: nuovo fondo che punta al credito europeo

Natixis IM scommette su robotica e intelligenza artificiale

Fca: mazzata a Goldman Sachs International

Unicredit corteggia i fondi

Assogestioni: a febbraio trionfa Poste. Patrimonio record, ma la raccolta delude

BlackRock, grandi novità in Italia

Fondi europei: febbraio da brividi, ma si salvano i bond

BNP Paribas AM: strategia globale per la sostenibilità

Ti può anche interessare

Investimenti, un’idea per i prossimi 30 anni

Ogni anno il team di economisti e quello di multi-asset di Schroders uniscono le forze per elaborare ...

Investimenti, il premio al rischio nella fase 3

Vi proponiamo di seguito un abstract significativo del commento settimanale sui mercati a cura di Ch ...

Investimenti, il cioccolato fa male

Ecco di seguito un commento sull’impatto ambientale e sociale del cioccolato a cura di Katherine D ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X