Amundi, raccolta e utile da applausi

A
A
A

Gli importanti risultati dei primi nove mesi del 2018. Si vedono le prime sinergie dell’integrazione di Pioneer

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti26 ottobre 2018 | 13:51

Risultati importanti e primi benefici dell’integrazione di Pioneer che iniziano a dare i loro frutti. Ci raccontano questi i dati dei primi 9 mesi 2018 di Amundi. Un periodo una forte crescita grazie all’elevato livello di attività economica, al buon controllo dei costi operativi, principalmente attribuibili appunto alle sinergie associate all’integrazione di Pioneer. Ecco alcuni dei numeri più significativi.

  • Primi nove mesi del 2018:
    • Utili netti contabili pari a € 663 milioni (in crescita del 41% rispetto ai primi nove mesi del 2017).
      • Ricavi della gestione patrimoniale netta in aumento del 3,2% rispetto ai primi nove mesi del 2017
      • Rapporto costi/ricavi: 51,2%, in miglioramento di 1,9% rispetto ai primi nove mesi del 2017
  • Nel terzo trimestre del 2018, utili netti contabili pari a € 209 milioni (in crescita del 13,3% rispetto al terzo trimestre 2017)
  • Forte raccolta netta, trainata principalmente dalle attività a medio e lungo termine
    • Nei primi nove mesi del 2018, la raccolta netta è pari a +€ 48,5 miliardi, di cui € 42,2 miliardi in attività a medio e lungo termine (contro i € 25,8 miliardi nei primi nove mesi del 2017). Questi afflussi netti devono essere confrontati con un obiettivo medio annuo di 50 miliardi di euro.
    • Nel terzo trimestre del 2018, la raccolta netta pari a € 6,1 miliardi
  • La raccolta è stata guidata dal segmento internazionale
  • Le masse in gestione sono pari a € 1.475 miliardi al 30 settembre 2018

In un contesto difficile, i risultati di Amundi nei primi nove mesi del 2018 sono in forte crescita (utile netto contabile +41% e +11% a parità di perimetro), trainati da una solida attività commerciale (+48,5 miliardi di euro di raccolta netta) e da una migliore efficienza operativa (rapporto costi/ricavi al 51,2%). Queste buone performance riflettono la forza del modello di business del Gruppo, basato sulla diversità delle linee di business. Questo modello di business è ulteriormente rafforzato dal successo dell’integrazione di Pioneer” ha commentato Yves Perrier (foto), CEO di Amundi.

Il patrimonio gestito di Amundi è pari a €1.475 miliardi al 30 settembre 2018, riflettendo una forte attività del business (raccolta netta di + € 48,5 miliardi), con un effetto di mercato leggermente positivo (+ € 0,6 miliardi). Questi flussi netti rappresentano un tasso di crescita annualizzato del 4,5%.

Il segmento Retail ha registrato un forte slancio (+30,2 miliardi di euro), con un livello elevato di raccolta netta trainato da tutti i canali di distribuzione. I flussi netti sono rimasti sostenuti nelle reti internazionali a +5,4 miliardi di euro (soprattutto nei prodotti MLT), in particolare in Italia con una raccolta netta di +5,1 miliardi di euro, grazie al successo della partnership con UniCredit.

I flussi netti del segmento Istituzionale sono stati buoni a +18,3 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2018, con una componente MLT significativa e una solida attività commerciale per i clienti sovrani e altri clienti istituzionali.

In termini di asset class, la raccolta netta è costituita principalmente da attività a medio e lungo termine (+ € 42,2 miliardi ovvero l’87% del totale), principalmente nei segmenti multi-Asset e azionario.

Da un punto di vista geografico, la raccolta netta ha continuato a essere trainata dal segmento internazionale con un contributo significativo dall’Asia (+ € 30,8 miliardi), guidato dalle joint venture (Cina e India), Giappone, Hong Kong e Taiwan e dall’Italia in cui la partnership con UniCredit sta producendo risultati positivi.

Nel terzo trimestre del 2018, la raccolta netta ha raggiunto i € 6,1 miliardi, in particolare con un elevato livello di afflussi dal segmento istituzionale.

Pioniere nel settore degli investimenti responsabili (280 miliardi di euro in masse gestite al 30 settembre 2018, ossia il 19% del patrimonio netto), Amundi ha annunciato un ambizioso piano triennale l’8 ottobre per dare una nuova dimensione ai propri impegni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi di investimento: Amundi, proposta diversificata e sostenibile

Amundi, il bilancio brinda con gli Etf

Amundi lancia due importanti iniziative green & sustainable development

Amundi, Dauphiné sarà il nuovo Head of Euro Alpha Fixed Income

Gestori in vetrina – Amundi

Etf, Amundi fa poker sul tasso variabile

Amundi, utili da applausi nel primo trimestre

Amundi, Ilaria Pisani Head of Asset Management Clients della business unit ETF per l’Italia

Amundi riordina i fondi in Lussemburgo

Salone del Risparmio 2019, atto secondo

Gestori e fondi, ecco i campioni del risparmio sostenibile

Amundi lancia il fondo che piacerebbe a Greta

Amundi, ambizioni e convenienza vengono per Prime

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Amundi, utile alle stelle (grazie a Pioneer)

In arrivo in Italia gli Eltif, i “Pir” europei

Doppio ingaggio per Amundi

ASSET and the CITY: stasera parla Amundi

Così le sgr affiancano le reti

Etf, forte ripresa dei flussi a novembre

Etf, tripletta Sri di Amundi

Amundi, l’etf incontra l’intelligenza artificiale

Proli (Amundi): “Posizionarsi sui leader della sostenibilità fa la differenza”

Gestori al vostro servizio

Perrier (Amundi): “Crediamo nell’Italia e puntiamo ancora su Milano”

ASSET CLASS in edicola: Amundi Sgr: “Gestori al vostro servizio”

Risparmio gestito, chi taglierà le commissioni (o sarà obbligato a farlo)

La manovra italiana sotto la lente del gestore

Amundi, utili e raccolta a gonfie vele

Etf, raccolta in picchiata

Amundi, il mercato italiano affossa il titolo

Fineco AM dà il cambio ad Amundi sui CoreSeries

Amundi, Pottier a capo degli investimenti responsabili

Ti può anche interessare

Gam, rafforza il team di analisti

Due ingressi per Atlanticomnium, gestore delle strategie Gam Credit Opportunities ...

Fondi, top e flop del 27/09/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

DJE Investment lancia in Italia un nuovo fondo attivo

La società ha lanciato la share class ad accumulazione XT del fondo multi-asset a gestione attiva D ...