Wells, (Merian): “Così affrontiamo i mercati volatili”

A
A
A

Intervista allo strategist azionario globale di Merian Global Investors

Francesca Vercesi di Francesca Vercesi12 dicembre 2018 | 12:09

Siamo a fine ciclo negli Usa, Wall Street sta concludendo forse il rally più lungo della sua storia. C’è qualche titolo che possa ancora esprimere un buon potenziale? Bluerating.com ne ha parlato con Justin Wells (nella foto), strategist azionario globale di Merian Global Investors

Qual è il vostro processo di investimento?

Ci focalizziamo sulla selezione dei titoli che presentano caratteristiche che riteniamo abbiano maggior rilevanza nel contesto di mercato attuale. Ad esempio, abbiamo recentemente interrotto il nostro utilizzo del momentumin alcune aree geografiche in risposta al cambiamento della volatilità sui mercati. Le frequenti rotazioni (spesso disruptive)a livello di mercato ci hanno portato a rimanere cauti sull’affollamento dei mercati. Siamo cauti anche sulle azioni che sono particolarmente costose rispetto a quelle dei competitor. In generale, c’è stata una crescente dipendenza dalle società che godono di caratteristiche più qualitative. I singoli titoli e le posizioni settoriali sono meno significativi nella composizione dei nostri portafogli. È molto più importante per noi allinearli al contesto di mercato e scegliere stili che hanno una maggiore probabilità di sovraperformare.

Quali sono le caratteristiche alla base del vostro processo di investimento rispetto ai singoli titoli?

In generale, l’allocazione su titoli azionari di singoli paesi riflette il peso relativo all’interno del benchmark. Ciò ci permetto di costruire portagli basati sulle caratteristiche proprie delle singole società, piuttosto che sulle prospettive per il contesto macroeconomico futuro per i singoli paesi. Spesso l’effetto di notizie legate a specifici paesi può creare opportunità di breve termine legate a distorsioni nei prezzi per i gestori attivi. Il nostro approccio prevede di valutare l’effetto implicito di tali informazioni sul contesto di rischio e sul sentimentdi mercato rispetto a una specifica regione. Ciò a sua volta ci indica il tipo di caratteristiche delle società che cerchiamo in quel determinato momento.

Qual è la correlazione del fondo Merian World Equity rispetto al suo benchmark?

La variazione di rendimento del fondo è generalmente poco o negativamente correlata rispetto a quella dei competitor comparabili. Ciò offre un effetto complementare ai clienti, permettendo loro di ottenere ritorni aggiustati per il rischio.

Come gestite i rischi derivanti da potenziali impatti di turbolenze economiche sui mercati, come per esempio le notizie riguardanti la guerra commerciale tra Usa e Cina?

Il nostro processo di investimento cattura in modo implicito l’impatto di questioni come la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, all’interno della nostra analisi sul contesto dei mercati. In quanto gestori attivi, miriamo a catturare le opportunità di investimento generate dalle reazioni derivanti da mosse politiche di questo tipo. In questo specifico contesto, come di consueto, miriamo a catturare la performance generata dalla dislocazione che i rumor e le speculazioni sul possibile scenario finale generano nell’universo degli investimenti più in generale. Tuttavia, recentemente abbiamo interrotto l’uso del momentum nell’area dell’America del Nord, di riflesso al cambiamento della volatilità sul mercato.

Il consensusal momento è positivo nei confronti del Giappone. Lo state seguendo?

Sulla base delle ragioni precedentemente illustrate, il nostro processo di investimento non utilizza il rischio di bilancio per assumere una posizione di sottopeso o sovrappeso notevole su Paesi specifici. Di conseguenza la nostra allocazione sul Giappone resta tendenzialmente in linea con l’attuale peso del Paese all’interno del benchmark.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fidelity, you pay…less

La società lancia una nuova gamma di fondi indicizzati puntando su prezzi competitivi ...

Banca Generali, spazio alle polizze

La società guidata da Gian Maria Mossa ha rinnovato l’accordo con Generali Italia per lo sviluppo ...

Fondi, top e flop del 05/10/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...