State Street: gli istituzionali guardano alle nuove tecnologie

A
A
A

Dall’ultimo studio di State Street Corporation, che ha coinvolto oltre 500 asset manager, asset owner e assicurazioni a livello globale, si evince inoltre che il 72% degli asset owner prevede di adottare una strategia d’investimento più difensiva per il futuro.

Chiara Merico di Chiara Merico13 dicembre 2018 | 09:14

Oltre due terzi degli investitori istituzionali (68%) ritengono che raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati stia diventando sempre più difficile nell’attuale contesto di mercato. E’ quanto emerge dall’ultimo studio di State Street Corporation, intitolato New Routes to Growth, che ha coinvolto oltre 500 asset manager, asset owner e assicurazioni a livello globale al fine di analizzare le sfide in cui incorrono durante il percorso per raggiungere i propri obiettivi di crescita. Si tratta del secondo studio Growth annuale condotto da State Street. Dai risultati del sondaggio si evince inoltre che il 72% degli asset owner prevede di adottare una strategia d’investimento più difensiva per il futuro e la stessa percentuale di gestori patrimoniali rallenterà i propri piani di espansione nei prossimi cinque anni.

Gli intervistati hanno significativamente modificato il modo in cui intendono adattarsi al contesto attuale. Quasi la metà di coloro che hanno preso parte al sondaggio (48%) ha identificato le tecnologie emergenti come uno dei principali fattori di crescita per i prossimi cinque anni. Si registra un sostanziale incremento rispetto allo studio del 2017, quando solo il 18% degli intervistati riteneva che le tecnologie emergenti, comprese la blockchain e l’intelligenza artificiale, sarebbero divenute un elemento chiave per la crescita. Il sondaggio condotto a livello globale ha inoltre rivelato che le istituzioni vogliono migliorare la propria capacità di estrarre migliori informazioni aggiuntive dai dati, elemento che è stato indicato come una delle principali aree di interesse dal 58% dei partecipanti. Il 43% degli intervistati ha citato il rafforzamento dell’analisi dei rischi come uno dei principali risultati da raggiungere il prossimo anno tramite l’utilizzo delle tecnologie emergenti. “Questo sondaggio è un’ulteriore prova del fatto che il settore degli investimenti stia attraversando un cambiamento senza precedenti”, ha affermato Liz Nolan, chief executive officer di State Street per l’area Emea. “I nostri clienti devono far fronte alla crescente complessità e alle aspettative in ambito normativo, nonché alla necessità di aggiornare la tecnologia e migliorare il data management, gestendo attentamente i costi. La nostra piattaforma front-to-back è stata progettata per soddisfare queste esigenze e fornirà ai nostri clienti un sistema efficiente e razionalizzato, una migliore gestione degli investimenti e del rischio e, soprattutto, la capacità di estrarre dai dati insight significative e attuabili”.

Tuttavia, gli intervistati hanno mostrato un certo grado di cautela, poiché poco più di due terzi (61%) ha affermato di prendere in considerazione la possibilità di adottare un approccio incrementale per abbracciare le tecnologie emergenti rispetto alla riprogettazione dell’intero ecosistema IT. Inoltre, molte aziende stanno cercando selettivamente dei partner tecnologici per poter portare su scala le proprie attività, considerati i costi di una revisione architettonica. In Europa (Regno Unito escluso), il principale ostacolo all’implementazione delle tecnologie emergenti è rappresentato dall’insufficienza di budget/capitale (46% contro il 27% del Regno Unito). Di conseguenza, un aumento delle attività di acquisizione e delle partnership potrebbe fornire il potenziale per rimodellare il settore, con il 45% degli intervistati che si rivolge a società consolidate del comparto della tecnologia per sostenere lo sviluppo di soluzioni emergenti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

State Street, nuovo capo per il business internazionale

State Street, si rinnova la struttura operativa

Investimenti, il Dragone ci vede lungo

Secondo trimestre da record per l’indice Global Exchange Private Equity

State Street Corporation prende Charles River Development

Ecco Verus, l’app che legge le notizie per i money manager

Etf, raccolta in picchiata

State Street rafforza GlobalLink con Lowe

State Street, Miholich a capo del Capital Markets del business Etf

State Street lancia una piattaforma sui Real Assets Fund

State Street, a Cantillon la strategia commerciale nell’area Emea

State Street, cresce la fiducia degli investitori

State Street si rafforza con Irons

State Street, nomina ai piani alti 

State Street: fondi monetari nel cuore degli investitori istituzionali

Investitori globali sempre più ottimisti

State Street rafforza l’offerta Esg con una nuova soluzione di data & analytics

I fondi europei di private equity crescono del 10,5% nel 2° trimestre

State Street Corporation si rafforza con Grundmann

State Street, raffica di nomine in America

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

State Street si rafforza con Ballenger

State Street: Francia, occhi puntati sulle riforme di Macron

State Street: rendimenti sui T-bond e dollaro visti in calo dopo ultima mossa Fed

State Street lancia il FintechLab con la Bocconi

State Street si rafforza con Pagliaro

State Street supera i 2mila miliardi di masse amministrate in Etf

State Street: Macron, sospiro di sollievo sui mercati

State Street, cresce ad aprile la fiducia degli investitori

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Banche e gestito: le regole del successo digitale secondo State Street

State Street, cresce la fiducia degli investitori

Blueindex: State Street e Banca Mediolanum salgono in controtendenza

Ti può anche interessare

Amiral Gestion distribuirà sei fondi in Italia, Lussemburgo e Svizzera

L’avvio della distribuzione nei tre Paesi è parte di una strategia di sviluppo che punta a coprir ...

La forza di Amundi

La Lex column del Financial Times dedica un’analisi ai solidi fondamentali di bilancio dell’asse ...

Dopo Sempione e Invesco, Carnevale Garè sceglie RAM Active Investments

Nuovo ufficio a Milano e nuovo Head of Sales Retail ...