Lombard Odier Im lancia un veicolo Ucits all’interno della strategia TerreNeuve

A
A
A

La strategia TerreNeuve completa l’ampia gamma di fondi di Lombard Odier IM, che pone la sostenibilità al centro della sua proposta di investimento.

Chiara Merico di Chiara Merico13 dicembre 2018 | 15:03

Lombard Odier Investment Managers ha ampliato la propria gamma di investimenti alternativi 1798, con il lancio di un veicolo Ucits all’interno della strategia TerreNeuve. Ciò consentirà agli investitori onshore di accedere a una strategia azionaria market neutral, a lungo e a breve termine, con particolare attenzione all’investimento sostenibile.  LO Funds – TerreNeuve è gestito da Arnaud Langlois, che è entrato a far parte di Lombard Odier IM nel febbraio 2018 in occasione del lancio del fondo domiciliato offshore TerreNeuve 1798, che ha conseguito un rendimento netto del 7% dal suo lancio avvenuto lo scorso aprile 2018. LO Funds – TerreNeuve seguirà lo stesso processo di investimento della versione offshore. La strategia di TerreNeuve si basa su un approccio bottom up, settoriale e specialistico, con un’attenzione particolare ai settori che includono il consumo globale, l’agricoltura, la chimica, le tecnologie ambientali e mediche. Il team di investimento cerca di identificare e misurare driver a lungo termine per la valutazione aziendale, includendo fattori ambientali, sociali e/o di governance meno tangibili. Il team utilizza anche un sistema proprietario di valutazione della sostenibilità, che è stato sviluppato e che agisce come un ampio processo di due diligence aziendale, fornendo un aiuto per analizzare nei loro settori i temi Esg più rilevanti. Il fondo Ucits punta ad alti rendimenti netti a una sola cifra, con una volatilità del 6-7% circa.

Jean-Pascal Porcherot, ceo di Lombard Odier IM’s 1798 Alternatives, commenta:”Dopo il successo del lancio del veicolo offshore 1798 TerreNeuve Fund, siamo entusiasti di estenderlo anche ai nostri clienti onshore. La strategia di Lombard Odier IM riflette la visione comune di integrare la sostenibilità all’interno del processo di investimento, cosa che può risultare una forte fonte di alfa per le strategie azionarie lunghe / corte e un fattore chiave di rendimento”. Arnaud Langlois, portfolio manager di TerreNeuve, aggiunge: “In un mondo in cui la crescita è scarsa e spesso sovrastimata, riteniamo che le aziende con una crescita reale saranno sempre più premiate dal mercato, e le aziende posizionate strategicamente per affrontare le principali opportunità o sfide ambientali e sociali dovrebbero essere tra i maggiori beneficiari”. La strategia TerreNeuve completa l’ampia gamma di fondi di Lombard Odier IM, che pone la sostenibilità al centro della sua proposta di investimento. Lombard Odier IM sta integrando la sostenibilità in quasi tutti (90%) dei suoi principali AUM entro il 2019.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Lombard Odier Im: liquidità frammentata, le nuove sfide nel mondo post-Lehman

Lombard Odier Im punta sulla sostenibilità con Langlois

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Ti può anche interessare

Fondi, top e flop del 4/12/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

Asset manager, Vanguard tallona BlackRock

Insieme i due giganti gestiscono la cifra-monstre di 11,5 trilioni di dollari, più di un terzo del ...

Tre nuovi fondi e raccolta col segno più per Ubi Pramerica

La società guidata da Andrea Ghidoni archivia i primi otto mesi dell’anno con risultati positivi ...