Industria fondi, la fuga dal rischio spinge cash e oro

A
A
A

I fondi monetari hanno registrato 197 miliardi di dollari di flussi netti, mentre per l’oro sono stati 4,8 miliardi.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena8 gennaio 2019 | 10:57

Situazione di stallo per i saldi finali dell’industria dei fondi, che continuano a essere trascinati da due fattori principali: fuga dal rischio e corsa alla liquidità. In modo particolare con riferimento agli azionari, dove si sono verificati i deflussi più vistosi a partire  dai fondi azionari statunitensi ed europei. Per quanto riguarda la liquidità, nel quarto trimestre i fondi monetari hanno registrato 197 miliardi di dollari di flussi netti, mentre per l’oro sono stati 4,8 miliardi i flussi netti dei fondi che investono sul metallo giallo. 

Nel corso dell’anno appena archiviato, se i fondi equity continentali hanno chiuso l’anno con riscatti netti per 88,8 miliardi, facendo del 2018 il secondo peggior anno di sempre, a registrare i deflussi maggiori sono stati finanza e tecnologia. Tendenza controcorrente invece per il Giappone, che ha chiuso il 2018 con saldi netti positivi per 66,1 miliardi.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

BlackRock, grandi novità in Italia

Viganò, country head dal 2008, diventa executive chairman. Al suo posto arriva Sandri, oggi coo. ...

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 4/4/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Societe Generale Securities Services nel lancio del fondo Younited Italy

La società ha ottenuto l'incarico di depositario da EuroTitrisation per il lancio di “Younited It ...