Fondi, in Italia sono un salasso

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 14 Gennaio 2019 | 09:45
Secondo i dati dell’Esma, i prodotti del risparmio gestito nel nostro Paese sono tra i più alti d’Europa.

I più cari in Europa, o quasi. Sono così i fondi comuni d’investimento venduti in Italia. A dirlo è uno studio approfondito e pubblicato nei giorni scorsi dall’Esma, l’authority europea che vigila sui mercati finanziari. Secondo il report, ben il 37% delle performance dei prodotti del risparmio gestito nazionali viene rosicchiato dalle voci di spesa. Si tratta di un livello ben superiore alla media del Vecchio Continente, pari al 24%. Soltanto in Austria e Spagna, come ha ricordato anche il Sole24Ore nell’edizione del quotidiano di domenica 13 gennaio, ci sono livelli di costi vicini a quelli del nostro paese. La ricerca dell’Esma ha preso in esame il decennio che va dal 2007 al 2017 e ha analizzato, oltre ai costi, anche i rendimenti netti di fondi comuni in tale arco di tempo. In Italia, tra il 2007 e il 2017, i prodotti del risparmio gestito hanno guadagnato in media il 6% annuo, circa la metà di quelli di un paese come la Danimarca dove, non a caso, l’incidenza delle voci di spesa sui rendimenti è ben più bassa che da noi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La Commissione Europea inserisce tra le priorità del Cmu il miglioramento della consulenza finanziaria

Commissioni sulle performance, il fardello italiano

Fondi e Mifid 2, mazzata per reti e consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X