Investimenti: il 2019 inizia col sorriso

A
A
A

Prospettive di inizio anno

di Gianluigi Raimondi21 gennaio 2019 | 08:43

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Il detto, a volte, vale anche in Borsa per il comparto azionario. E tenendo conto che, stando ai valori attuali, la media delle performance dall’inizio di quest’anno dei principali indici azionari mondiali è al momento pari a +3,55 per cento. I numeri parlano chiaro: in pole position in termini di rialzi si piazza, come spesso accade in fasi di ascesa o recupero dei listini, l’indice Nasdaq Composite, forte di un +6 per cento. Seguito, forse per qualcuno a sorpresa, dal nostro Ftse Mib, che dalla prima seduta del 2019 ha messo a segno un rialzo del 5,6 per cento. Sul terzo gradino del podio, un altro indice americano: l’S&P 500 che ha sinora registrato un incremento del 4,4 per cento. Prossimo alla media generale poi il Csi 300 (Shanghai) con un +3,35 per cento. In fondo alla classifica, ma comunque per ora con una performance positiva, il Nikkei 225 (+1,95%), il Ftse 100 (+1,6%) e il Cac 40 (+1,2%). In questo scenario poi, sempre da inizio anno, il Vix, l’indice della “pausa” che misura la volatilità delle opzioni sull’S&P 500 è sceso del 23 per cento.

Attenzione però: questi risultati, di certo consolatori, si spiegano in parte con il sell-off accusato a dicembre e non sono certamente garanzia incontrovertibile che il 2019 possa rappresentare un’annata positiva per l’azionario. Di cruciale importanza sarà infatti monitare molto attentamente i livelli tecnici sui diversi listini, a partire ovviamente da Wall Street. Senza farsi troppo distrarre e agire prima del dovuto da rumors o avvenimenti legati alla politiche dei diversi Paesi


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Certificati di investimento: SocGen, 24 nuovi Recovery TOP Bonus

Oggi su BLUERATING NEWS: Fideuram Ispb raccolta e utile, i grandi gestori

ASSET and the CITY: stasera parla M&G Investments

Fondi d’investimento, top e flop del 14/02/19

Fineco e SocGen: stretta di mano nell’asset management

Rendiconti e contributi: io non ci sto!

Oggi su BLUERATING NEWS: reti dominatrici, super raccolta per gli etf

Consulenti, vi raccontiamo tutta la verità sulla crescita Usa…

Consulenti, il futuro delle grandi reti a confronto

Borsa, il voto in Abruzzo rianima il listino

Fineco, top entry in riva al lago

Consulenti, Poste Italiane la vera minaccia

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Fondi d’investimento: Candriam, un fondo sulle innovazioni per l’oncologia

Consulente, intuizioni in punta di penna

Fondi d’investimento: Amundi e Cpr, il primo fondo azionario sull’istruzione

Invesco, l’etf che guarda al real estate

Oggi su BLUERATING NEWS: boom polizze, la svolta tech “umana” di Mediolanum

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Contributi Ocf, malumore tra gli indipendenti

Aberdeen: alla conquista del mercato asiatico

Consulenti, tre buoni propositi per un portafoglio sano e felice

Assoreti: il 2018 è la vera prova di forza dei cf

Vontobel: STM Festeggia dopo la trimestrale

A FAMILY OFFICE si parla di successioni

Fondi, top e flop del 29/01/19

Asset allocation: caccia alle migliori occasioni

Consulenti: i nuovi orizzonti del business

Consulenti autonomi, la spinta di Mifid 2

Bmo sceglie in nuovo Ceo

Bluerating News del 24/1/19: ecco tutti i protagonisti

Ti può anche interessare

Degroof Petercam Am vince in sostenibilità

Per il secondo anno consecutivo, la società ha ottenuto il punteggio A+ per il rispetto e la promoz ...

Robeco lancia la piattaforma SI Essentials

Con il lancio di questa piattaforma online Robeco si propone di condividere le proprie conoscenze e ...

Fondi, la Mifid2 chi l’ha vista?

Secondo il discussion paper di Consob intitolato appunto "Il costo dei fondi comuni in Italia. Evolu ...