Investimenti: il 2019 inizia col sorriso

A
A
A

Prospettive di inizio anno

Avatar di Gianluigi Raimondi21 gennaio 2019 | 08:43

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Il detto, a volte, vale anche in Borsa per il comparto azionario. E tenendo conto che, stando ai valori attuali, la media delle performance dall’inizio di quest’anno dei principali indici azionari mondiali è al momento pari a +3,55 per cento. I numeri parlano chiaro: in pole position in termini di rialzi si piazza, come spesso accade in fasi di ascesa o recupero dei listini, l’indice Nasdaq Composite, forte di un +6 per cento. Seguito, forse per qualcuno a sorpresa, dal nostro Ftse Mib, che dalla prima seduta del 2019 ha messo a segno un rialzo del 5,6 per cento. Sul terzo gradino del podio, un altro indice americano: l’S&P 500 che ha sinora registrato un incremento del 4,4 per cento. Prossimo alla media generale poi il Csi 300 (Shanghai) con un +3,35 per cento. In fondo alla classifica, ma comunque per ora con una performance positiva, il Nikkei 225 (+1,95%), il Ftse 100 (+1,6%) e il Cac 40 (+1,2%). In questo scenario poi, sempre da inizio anno, il Vix, l’indice della “pausa” che misura la volatilità delle opzioni sull’S&P 500 è sceso del 23 per cento.

Attenzione però: questi risultati, di certo consolatori, si spiegano in parte con il sell-off accusato a dicembre e non sono certamente garanzia incontrovertibile che il 2019 possa rappresentare un’annata positiva per l’azionario. Di cruciale importanza sarà infatti monitare molto attentamente i livelli tecnici sui diversi listini, a partire ovviamente da Wall Street. Senza farsi troppo distrarre e agire prima del dovuto da rumors o avvenimenti legati alla politiche dei diversi Paesi


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credem, la carica dei volontari

Investimenti, come muoversi coi tassi bassi

Investimenti, paradosso delle obbligazioni “verdi”

Investimenti: high yield, quando il rischio premia

Allianz Bank FA, advisory in riva al lago

IWBank PI, la rete acquista peso

Investimenti, azionario ai tempi supplementari

Oggi su BLUERATING NEWS: maxi dividendo in arrivo per Mediolanum

Astolfi-Capital Group, ora è ufficiale

Investimenti: oops they did it again

Credem, è tempo di fusioni interne

Banca Mediolanum, scatto della raccolta ad agosto

Generali-Unipol, partita sul welfare

Credem, le persone prima di tutto

Investimenti, il termometro obbligazionario

Pictet AM: Investimenti, il valore della gestione attiva

Investimenti: debito emergente, perché sì e perché no

Investimenti, la Cina rialza la testa

Risparmio gestito, quella fee è da rifare

Investimenti, argento vivo

Investimenti, il miraggio del 3%

Capital Group rafforza il team italiano

Asset allocation, meglio essere codardi

Consulenti, ecco 6 mercati da tenere d’occhio

Etf, una crescita a suon di record

Asset allocation, tentazione di lusso

Investimenti, due brillanti nascosti

Investimenti, i mercati emergenti potrebbero stabilizzarsi

Investimenti, ribilanciare per sopravvivere

Consulenti, in ufficio c’è il caroaffitto

Investimenti, perchè piace l’investment grade

Investimenti, i danni dei dazi

Investimenti, le opportunità emergenti dei bond

Ti può anche interessare

Fondi, top e flop del 4/12/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

Dal governo un assist ai Pir

Il governo sorride a Pir e Venture capital. L’ultimo maxiemendamento alla legge di Bilancio 2019 c ...

Goldman Sachs cavalca il Dragone

Novità in asia per Goldman Sachs. Come riportato da Milano Finanza, la società ha richiesto alle a ...