Mifid 2, si accende la gara dei fondi

A
A
A
di Redazione 21 Gennaio 2019 | 11:27
Per l’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, in Italia, tra i grandi fondi primeggia Anima davanti a Eurizon e Amundi per performance e rischio

Tra i gestori di fondi internazionali il migliore è stata la scandinava Nordea. In Italia, nella categoria Big, cioè i fondi con un patrimonio gestito sopra i 30 miliardi, primeggia invece Anima davanti a Eurizon e Amundi. Nella categoria Medium, con asset gestiti per 5-30 miliardi, svetta Epsilon. Infine, tra le piccole società di gestione con asset in gestione sotto i 5 miliardi, vince la fiorentina Soprarno. Sono questi i risultati dell’analisi condotta dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, che ha stilato la sua graduatoria per il 2019 delle migliori sgr, considerando la performance dei loro fondi negli ultimi cinque anni e tenendo conto anche del livello di  rischio per il risparmiatore.  A esporre i dati della ricerca è l’inserto Affari e Finanza di Repubblica che ricorda anche le ultime statistiche sul settore dell’asset management: in Italia, a novembre 2018, la raccolta dell’industria del risparmio gestito è stata negativa per 4 miliardi, mentre il bilancio dei primi 11 mesi dell’anno scorso evidenzia una raccolta positiva per 8,9 miliardi. Poco rispetto ai 95,2 miliardi del 2017.  Riferendosi alle conclusioni del rapporto, Affari e Finanza evidenzia che,con l’entrata in vigore della Mifid 2,  aumenterà la selezione sul mercato dei fondi da parte degli investitori. La qualità farà la differenza, a vantaggio dei piccoli risparmiatori e del loro interesse ad avere un servizio affidabile a costi ragionevoli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mifid II, gli impatti attesi dagli operatori

Sei mesi con Mifid II

Mifid II e Rdr a confronto

NEWSLETTER
Iscriviti
X