Consulenti, vademecum per decorrelare strutturalmente il portafoglio

A
A
A

Consigli per una asset allocation efficace

Avatar di Redazione12 febbraio 2019 | 10:35

Quali sono i fattori gestionali che consentono di promuovere una decorrelazione strutturale del portafoglio? A questa domanda prova a dare risposta l’analisi Emmanuel Terraz, Deputy Head of Alternative Strategies di Candriam. Vediamola di seguito.

Su un lasso di tempo limitato, è necessario limitare la dipendenza del portafoglio alle oscillazioni significative e localizzate nel tempo. Un portafoglio che mira a limitare (o annullare) la sua esposizione netta in valore nominale è particolarmente efficace in questo tipo di scenario. In effetti, in circostanze del genere, tutti gli asset tendono a correlarsi tra loro. Pertanto, un approccio efficace consiste nel proteggere il portafoglio ricorrendo a esposizioni short equivalenti in valore nominale alle posizioni long. I movimenti delle due quote diventano simili per via della correlazione sottostante e l’impatto sul portafoglio resta molto limitato. L’analisi degli stress test rappresenta un metodo efficace per verificare la dipendenza del portafoglio così configurato rispetto a questi shock violenti.

Su un periodo più ampio, l’obiettivo è limitare la dipendenza alle oscillazioni a lungo termine del mercato sottostante. Per raggiungere tale obiettivo, una semplice copertura in delta non è sufficiente. Su un orizzonte di tempo più esteso, le differenze di sensibilità tra le azioni rispetto ai rispettivi mercati vengono fuori. In termini di beta, vale a dire la misurazione della sensibilità di ciascun titolo rispetto al suo benchmark, è possibile determinare la sensibilità globale di un portafoglio. Pertanto, durante la configurazione delle posizioni del portafoglio, il gestore deve cercare di mantenere il beta molto basso in valori assoluti, al fine di limitare la sensibilità a lungo termine del portafoglio alle variazioni del suo universo di investimento.

La singolarità dell’approccio d’investimento contribuisce anch’essa alla differenziazione del portafoglio rispetto ai modelli convenzionali di gestione più comuni sul mercato. Per quanto ci riguarda, coniughiamo due approcci raramente combinati nel nostro settore. Inizialmente, adottiamo un approccio metodico e quantitativo per individuare le opportunità d’investimento.

Nella parte di liquidità, le posizioni idonee devono rispondere a determinati vincoli per evitare di incrementare i rischi del portafoglio. Nella nostra gestione quotidiana, osserviamo procedure e modelli quantitativi che ci consentono di individuare in modo preciso le opportunità da cogliere.

Applicando questi tre livelli di analisi ai nostri fondi, siamo in grado di proporre soluzioni d’investimento non correlate all’ambiente di mercato e alle rispettive evoluzioni a breve e lungo termine, aspetti indispensabili in uni scenario incerto.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Candriam, record per il patrimonio

Candriam: venti di supporto per i Mercati Emergenti

Fondi di investimento, nuova proposta sri per Candriam

CANDRIAM supporta la prima squadra di calcio a “emissioni zero”

Consulenti, una mano per il portafoglio ve la dà Candriam

Gestori in vetrina – Candriam

Candriam, un 2018 nel segno della crescita

Fondi d’investimento: Candriam, un fondo sulle innovazioni per l’oncologia

David (Candriam) : “L’approccio alla sostenibilità non è solo azionario”

Cordusio Sim sceglie Candriam, Legg Mason e Robeco

Candriam, al via la partnership con Ofi Asset Management

Per Candriam mai più carbone, tabacco e armi chimiche

Investimenti, tentazione biotecnologie

Candriam, sostenibili per vocazione

Candriam stringe la mano a Zurich Italia

Candriam firma per il wealth management di Deutsche Bank

Investimenti sostenibili, Efpa Italia accredita il corso di Candriam

Candriam sbarca sul mercato italiano degli Etf

Mps, il private si tinge di Candriam

Candriam, record di raccolta In Italia

David (Candriam): “Come investire sui mega-trend”

Candriam, accordo con Tristan Capital Partners

ConsulenTia 2018/ David (Candriam): “Sostenibilità, un trend in ascesa”

Investimenti, le elezioni italiane non minacciano l’Eurozona

A Candriam la prima certificazione Sri per un fondo high yield

Candriam: l’improbabile scoppio di una bolla obbligazionaria nel 2018

David (Candriam): “Puntiamo sull’high yield con il nuovo fondo Sri”

ITForum Milano / David (Candriam): tante opportunità commerciali

Candriam strappa un manager a Franklin Templeton

Candriam, primo semestre in crescita

Candriam prende Minichetti da Edmond de Rothschild

Candriam: Cina, una garanzia di stabilità?

Candriam punta sul digitale con un nuovo fondo

Ti può anche interessare

Fondi, top e flop del 08/11/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

Raiffeisen Capital Management lancia un nuovo fondo sostenibile

Si tratta di un fondo azionario sostenibile con focus sulle small e mid cap europee. ...

Credit Suisse AG, un nuovo asso per il real estate

Global Real Estate di Credit Suisse Asset Management aumenta la sua presenza in Italia ...