State Street, si rinnova la struttura operativa

A
A
A
Avatar di Redazione28 febbraio 2019 | 16:34

State Street Corporatio  ha annunciato recentemente la nomina di Lou Maiuri come Chief Operating Officer. Nel suo nuovo ruolo Maiuri, precedentemente responsabile di State Street Global Markets e State Street Global Exchange, avrà la responsabilità delle aree IT, Global Delivery, Global Exchange, Charles River Development e dei team di Product. Maiuri rimane membro del Management Committee, riportando al Presidente e CEO Ron O’Hanley.

L’anno scorso, State Street ha consolidato le proprie attività di clienti facing, compresi il service, il relationship management e l’area sales, sotto la guida di Andrew Erickson, membro del Management Committee, per offrire ai clienti un’esperienza unica e consistente. Questa organizzazione include la nuova divisione Global Clients Division guidata da Donna Milrod.

Attraverso il consolidamento in un unico referente delle risorse che guidano la nostra infrastruttura operativa, la nostra strategia tecnologica e l’innovazione si complementa il percorso che abbiamo intrapreso per rendere le nostre attività più facilmente fruibili dai clienti e si accelera anche la capacità di offrire la nostra piattaforma di servizi di investimento front-to-back, permettendoci di diventare un vero e proprio provider di scala spinto dalla tecnologia“, ha dichiarato O’Hanley.  “Queste priorità riflettono il nostro impegno nel risolvere le più grandi sfide dei nostri clienti, accrescendo allo stesso tempo il valore per gli azionisti. Lou lavorerà in partnership con Andrew per aiutare i nostri clienti e le persone a cui prestano i loro servizi a raggiungere obiettivi sempre migliori”.

Da quando è rientrato in State Street nel 2013, Maiuri ha ricoperto ruoli di leadership con crescenti responsabilità e ha avuto un ruolo determinante nella recente acquisizione di Charles River Development come parte della sua strategia relativa alla piattaforma di servizi di investimento front-to-back. In precedenza Maiuri ha ricoperto diversi ruoli presso BNY Mellon, tra cui quelli di deputy chief executive officer dell’asset servicing, responsabile di global financial institutions group all’interno della divisione asset servicing e anche membro del comitato operativo. In precedenza, Maiuri ha ricoperto i ruoli di chief operating officer and chief executive officer of Eagle Investment Systems LLC e ha lavorato presso Fidelity Investments sia nella divisione fixed income sia in quella equities. Oltre vent’anni fa ha ricoperto la carica di vice president nell’IT di State Street. Infine Maiuri presiede il Professional Women’s Network, il più grande Employee Resource Group di State Street.

Sono entusiasta di assumere questo nuovo ruolo e guidare le aree della nostra azienda che più si stanno trasformando”, ha detto Maiuri. “Concentrare le nostre risorse e il nostro capitale finanziario e umano su un insieme comune di priorità e verso una visione condivisa accelererà la nostra capacità di successo e rafforzerà la nostra performance e la nostra posizione sul mercato. Le chiavi del nostro successo saranno puntare su una maggiore automazione, definire standard di settore e continuare a innovare“.

Liz Nolan, attuale CEO EMEA di State Street, assumerà la responsabilità della divisione Global Delivery, gestendo le operations globali dell’azienda e l’infrastruttura che supporta clienti di 26 paesi e più di 100 mercati in tutto il mondo. In questo ruolo Nolan sostituisce Jeff Conway, che lascia State Street dopo oltre 30 anni di carriera. Nolan manterrà le sue responsabilità di CEO per l’EMEA e il Regno Unito fino alla nomina di un successore. Karen Keenan, Chief Administrative Officer, ha ampliato le proprie responsabilità aggiungendovi la supervisione del business di State Street Global Markets, dopo aver già guidato questa attività all’inizio della sua carriera.  Karen, continuerà a riportare a Ron O’Hanley.

“Uno dei miei primi obiettivi in qualità di CEO è stato quello di coniugare il nostro talento di leadership con il nostro desiderio di essere un’organizzazione a elevate prestazioni e con le aree che creeranno le maggiori capacità produttive e quindi vantaggi per la nostra società. Queste nuove nomine riflettono questo obiettivo”, ha dichiarato O’Hanley. “Voglio ringraziare Jeff Conway per il suo significativo percorso di carriera in State Street, durato oltre tre decenni”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, ecco i gestori d’oro del 2019

Gestori in vetrina – Lyxor Etf

Gestori in vetrina – iShares

Fondi, guadagni a doppia cifra

Gestori in vetrina – Merian GI

Fondi, arriva il gigante europeo

Fondi, non ci sono più i gestori di una volta

Gestori in vetrina – Allianz GI

Consulenti e fondi, ecco i top (e i flop) da inizio anno

Gestori in vetrina – JP Morgan AM

Gestori in vetrina – Fidelity International

I 5 fondi che hanno ucciso la crisi

Mini fondi pensione: pochi soldi per un doppio vantaggio fiscale

Fondi di investimento, MFS: nuovo fondo che punta al credito europeo

Natixis IM scommette su robotica e intelligenza artificiale

Fca: mazzata a Goldman Sachs International

Unicredit corteggia i fondi

Assogestioni: a febbraio trionfa Poste. Patrimonio record, ma la raccolta delude

BlackRock, grandi novità in Italia

Fondi europei: febbraio da brividi, ma si salvano i bond

BNP Paribas AM: strategia globale per la sostenibilità

Merian Global Investors, nuovo nome per la distribuzione EMEA

Farad a tutta sostenibilità

Il risparmio violato

Consulenti, occhio ai fondi illiquidi: rischio tsunami all’orizzonte

Fondi, Ubp: nuova strategia long/short sul credito

Fondi, crolla il patrimonio degli absolute return

Merian, quando investire è una cosa preziosa

Etf, BlackRock: sei nuovi fondi sostenibili

Fondi, licenziamenti nelle case di gestione

JP Morgan AM: otto tappe sotto il tetto tricolore

Neuberger Berman, il “big short” Eisman alla guida di un nuovo fondo

JP Morgan AM, una nuova guida per la sostenibilità

Ti può anche interessare

Consulenti, vademecum per decorrelare strutturalmente il portafoglio

Consigli per una asset allocation efficace ...

Generali risparmia in anticipo sul piano triennale

Il successo del bond da 500 milioni ha permesso di tagliare la spesa per interessi e di abbassare il ...

Carmignac, nuovo rinforzo per il team obbligazionario

Carmignac rinforza il suo team obbligazionario con la nomina di Marie-Anne Allier, professionista c ...