Schroders: ricavi su e wealth management in rampa di lancio

A
A
A
Avatar di Redazione 7 Marzo 2019 | 12:59
Nonostante le difficoltà del contesto economico, a fine 2018 la divisione Wealth Management ha visto l’utile netto in crescita del 6% a 289,8 milioni di sterline

Il 2018 di Schroders Plc si chiude con ricavi in aumento, ma calano utili e patrimonio gestito. Il gruppo finanziario inglese, infatti, ha riportato ricavi a 2.123,9 milioni di sterline, + 3% rispetto ai 2.068,9 milioni di sterline del 2017. Al 31 dicembre 2018 gli afflussi netti notificati ammontano a oltre 85 miliardi di sterline. La società ha riportato utili ante imposte e voci straordinarie di 761,2 milioni di sterline, rispetto agli 800,3 milioni del 2017 con un calo del 5%. In flessione il patrimonio gestito e amministrato, attestatosi nel periodo a 421,4 miliardi di sterline, rispetto ai 447 miliardi del 2017. Per quanto riguarda l’asset management, ha sottolineato Schroders, ha impattato il peggioramento dell’ambiente macroeconomico che ha influenzato negativamente il sentiment degli investitori. Tant’è che il gruppo ha visto deflussi netti dai clienti per 11,2 miliardi di sterline.

Positiva, invece, la performance della divisione di Wealth Management, con l’utile netto in crescita del 6% a 289,8 milioni di sterline, incluse le commissioni di performance di 0,4 milioni di sterline. Il profitto prima delle imposte e gli articoli eccezionali è salito del 3% a 93,4 milioni, mentre l’utile prima delle imposte è aumentato dell’1% a 68 milioni. “Continuiamo a investire per la crescita e abbiamo assistito a progressi positivi in diverse aree di importanza strategica”, ha detto Peter Harrison, Group Chief Executive, Schroders, “La domanda da parte dei clienti del Wealth Management è stata solida e abbiamo annunciato l’avvio di una partnership con il Gruppo Lloyds Banking, al fine di espandere la nostra proposition nel mercato britannico del risparmio, tramite il brand Schroders Personal Wealth”.

Per quanto riguarda le performance dei fondi e delle gestioni,  il 74% degli asset di Schroders ha sovraperformato i benchmark su un orizzonte temporale di tre anni, percentuale che sale al 76% sui cinque anni. Infine, il dividendo è passato da 113 centesimi di sterlina per azione nel 2017 a 114 centesimi per azione. “Siamo soddisfatti della solidità e della resilienza dimostrata dal nostro diversificato modello di business nel corso del 2018″, ha continuato Harrison “A fine anno abbiamo registrato oltre 85 miliardi di sterline di afflussi netti notificati, notizia che abbiamo accolto con favore, nonostante i deflussi netti ammontino a 9,5 miliardi di sterline”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 16/01/2020

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

Pictet AM: l’eurozona, un piano per un futuro più luminoso

Stanno prendendo forma i contorni di un nuovo piano per far decollare la crescita dell’eurozon ...

Gimmie5 ingaggia Caio

Francesco Caio (nella foto), presidente di Saipem, ex a.d di Poste Italiane e manager di  grandi gr ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X