Pramerica, passo avanti nella sostenibilità

A
A
A
Avatar di Redazione19 marzo 2019 | 10:15

Forte della convinzione che le società di gestione del risparmio debbano essere parte attiva nello sviluppo di un sistema finanziario sostenibile, Pramerica Sgr ha deciso di sottoscrivere i Principi per gli investimenti responsabili promossi dall’Onu. Questa scelta si inserisce nel percorso verso l’integrazione dei criteri Environmental, Social e di Governance (Esg) nella strategia dell’asset manager, segnando un’importante milestone.

I Pri rappresentano uno standard di eccellenza per identificare le società di gestione del risparmio, gli asset owner e i service provider con i processi di investimento maggiormente integrati con i fattori Esg. A oggi hanno aderito a questi principi firmatari da oltre 50 Paesi, con un patrimonio gestito complessivo di oltre 80.000 miliardi di Dollari. I sottoscrittori si impegnano a riconoscere comebest practice i principi e i valori di responsabilità sociale promossi dalle Nazioni Unite e comunemente riconosciuti a livello internazionale e, parallelamente, a intraprendere un percorso di avvicinamento graduale e costante a questi modelli virtuosi di business.

Dal 2005 Pramerica Sgr è attiva nella proposizione di soluzioni socialmente responsabili, tematiche e non, che prevedono sia principi di esclusione, sia di inclusione. Tutte le soluzioni SRI della società perseguono un duplice approccio sostenibile agli investimenti: inclusione dei criteri di responsabilità sociale nell’allocazione del portafoglio e devoluzione di parte delle commissioni di gestione a enti non profit.

Lo scorso anno Pramerica Sgr ha tagliato il traguardo del miliardo di masse gestite attraverso queste soluzioni, anche grazie alla raccolta ottenuta attraverso la distribuzione – del comparto Social 4 Planet caratterizzato da un forte focus sull’economia circolare, prodotto per cui è tra i pionieri in Italia.

Per il 2019 Pramerica Sgr sta invece lavorando a due strategie ESG che privilegeranno l’investimento in aziende che si pongono come obiettivo la riduzione di CO2 nei processi produttivi e la limitazione dello spreco idrico, oltre al miglioramento della qualità dell’acqua.

A ciò si aggiunge poi il processo interno che la Sgr sta compiendo in materia di responsabilità sociale: tra le principali iniziative vi sono la promozione – tramite diverse iniziative – di progetti per sostenere alcune realtà non profit e l’esclusione della plastica “usa e getta” dalle giornate lavorative dei 160 professionisti impiegati nella società, oltre all’utilizzo di carta riciclata o certificata Pefc (Programme for Endorsement of Forest Certification).

Aderire ai Pri è stata un’evoluzione naturale per Pramerica Sgr” sottolinea Andrea Ghidoni, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Pramerica SGR. “Da tempo stiamo lavorando per rafforzare in ogni ambito il nostro impegno nel settore Esg perché siamo fermamente convinti che nel lungo periodo, le performance debbano essere accompagnate dal  progresso che a sua volta non può prescindere dallo sviluppo di una  finanza sostenibile. Riteniamo che gli investimenti ESG possano rappresentare un sistema win-win in cui tutti ne escono vincitori”.

In sintesi, non solo investimenti socialmente responsabili, ma finanza sostenibile intesa come vero e proprio impegno di business a 360°.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I migliori fondi, la classifica top 20 Italia

Fondi comuni, a sorpresa l’Europa raddoppia le masse del 2008

Fondi, la grande sfida dei costi

Assogestioni, patrimonio al top. Generali sempre al comando

Asset allocation, guadagnare giocando in difesa

BlackRock, utile giù ma crescono gli asset

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 16/07/2019

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 9/07/2019

Fondi comuni: vincitori e vinti di metà anno

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 6/06/2019

Franklin Templeton, Todeschini nuovo etf sales specialist

Gestori in vetrina – Schroders

Gestori in vetrina – State Street Global Advisors

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 7/05/2019

Gestori in vetrina – Natixis IM

Mirabaud, super utile per celebrare il bicentenario

Investimenti, Robeco: 4 temi di engagement sui quali puntare

Candriam, un 2018 nel segno della crescita

Bnp Paribas AM: tanti saluti al carbone

Allianz GI: Linker per l’Italia, D’Avenia vola negli States

Salone del Risparmio 2019, ecco i temi chiave di Assogestioni

Anima, un bilancio coi fiocchi

BFC Education, questa sera Marcialis parlerà di oneri dei prodotti del risparmio gestito

Esg e risparmio gestito si fondono al Salone del risparmio 2019

Castle Mount LP completa il quarto closing

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Franklin Templeton

ConsulenTia19, gestori in vetrina: La Financière de l’Echiquier

Fondi d’investimento, top e flop del 18/02/19

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Columbia Threadneedle Investments

Cari gestori, tagliate le fee

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Schroders

Vanguard, Rosti sceglie Tabanella

Fondi, top e flop del 11/02/19

Ti può anche interessare

Assogestioni: bis di Corcos. Nome nuovo tra i vicepresidenti

L’Assemblea annuale di Assogestioni ha eletto lo scorso 26 marzo gli organi associativi per il ...

Comgest, nuove nomine per rinforzare il team investimenti

Comgest, asset manager indipendente e internazionale con un patrimonio in gestione di 25,7 miliardi ...

Investimenti: oops they did it again

Vi proponiamo di seguito un commento sull’attuale situazione dell’economia argentina e le riperc ...