Pir, febbraio nero per la raccolta

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 25 Marzo 2019 | 10:39
Si salvano in pochi. Spicca Mediolanum, i cui fondi hanno registrato una raccolta positiva per oltre 17 milioni di euro.

Il febbraio dei Piani individuali di risparmio si tinge di rosso: dopo due anni di risultati positivi, infatti,  per la prima volta la raccolta è negativa, con un saldo netto tra sottoscrizioni e rimborsi che fa segnare un -15,67 milioni di euro. In controtendenza, invece, la raccolta positiva di Banca Mediolanum per 17 milioni. Lo si apprende dai dati forniti dalle società di gestione all’Osservatorio mensile di Plus24, inserto settimanale del Sole 24 Ore.

“L’andamento negativo delle performance”, si legge su Plus24, “ha spinto una parte degli investitori a uscire da questi prodotti prima dei fatidici 5 anni, quelli cioè che avrebbero consentito di usufruire dell’esenzione fiscale”. Di seguito, riportiamo i tre fondi che hanno raccolto di più al 28/02/2019 in altrettante categorie:

Azionari Italia: 1. Amundi Div. Italia (raccolta: 2,14 milioni di euro); 2. Fideuram Piano Az. Italia (1,67); 3. Amundi Svil. Italia B (1).

Bilanciati: 1. Arca Eco. Reale Bil. It. 30 (raccolta: 1,88 milioni di euro); 2. Eurizon Prog. Italia 70 (1,57); 3. Arca Eco. Reale Bil. It. 55 (1,03).

Flessibili: 1. Mediolanum Fles. Svil. It. (raccolta: 8,64 milioni di euro); 2. Mediolanum Fles. Futuro It. (8,40); 3. Bcc Investiper Italia Pir 25 (0,53).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pir, l’idea del cf Mediolanum di proporre più esenzioni

PIR, il 2021 potrebbe essere l’anno giusto

AcomeA PMItalia Esg, al via il primo fondo Pir che punta a migliorare la sostenibilità delle aziende

NEWSLETTER
Iscriviti
X