Fondi pensione, che salasso per i lavoratori

A
A
A

L’authority Covip lancia l’allarme: le commissioni possono superare anche il 4%.

Avatar di Redazione16 aprile 2019 | 09:39

Costi pesanti, che superano a volte il 4% annuo. Sono quelli che gravano sui fondi pensione italiani, secondo un campanello d’allarme della Covip, la commissione che vigila sui fondi pensione. L’analisi dell’authority, che viene riportata in prima pagina sul Sole 24Ore di oggi, distingue però tra diverse categorie di prodotti previdenziali. I meno costosi sono (come da tradizione) i fondi pensione chiusi (o negoziali) che sono riservati ai lavoratori dipendenti. Più costosi i fondi pensione aperti e i pip (piani individuali pensionistici assicurativi) i cui costi di gestione possono superare anche il 4% annuo del capitale investito, 7 o 10 volte di più rispetto agli oneri  dei fondi chiusi meno cari. Il tema delle commissioni è tutt’altro che trascurabile per i fondi pensione. Una differenza dell’1% tra i costi di due prodotti previdenziali diversi può infatti comportare, a parità di rendimenti,  un divario  nella rendita integrativa maturata di ben il 18%. 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sgr, la rivoluzione è dietro l’angolo

Fondi, la commissione di gestione è sotto pressione

Ti può anche interessare

Poste si gode i buoni fruttiferi

Il risparmio postale può battere titoli di Stato nel derby del rendimento. A dirlo è un articolo d ...

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Il gruppo Anima ha diffuso i dati relativi al mese di gennaio ...

Pir, il grande gelo continua

A gennaio la raccolta è stata di 60 milione. Difficile che si possano raggiungere i 2,7 miliardi di ...