Pir: l’assassino dei guadagni ha un volto

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri19 aprile 2019 | 10:19

I decreti attuativi non arrivano, così la raccolta sui Pir crolla a zero. Un vero peccato, perché, come riporta Il Sole 24 Ore, con la ripresa dei mercati i fondi Pir hanno guadagnato fino al 20%. Un balzo che avrebbe fatto felici molti risparmiatori, che tuttavia hanno aspettato a sottoscrivere i nuovi Pir, riformati dall’ultima legge di bilancio, in attesa che venissero definiti i benefici fiscali dal governo. Il decreto sblocca Pir, tuttavia, doveva arrivare a febbraio, è stato posticipato ad aprile e ancora non ha visto la luce. In ogni caso, indipendentemente dai decreti di attuazione, non è detto che il comparto riparta con lo stesso vigore. Infatti, sono molti i gestori a contestare le novità della legge, che prevede l’obbligo di investire il 3,5% in fondi di venture capital e un altro 3,5% in aziende quotate sull’Aim.

Pir: la top 5 per performance da inizio anno estratta da Il Sole 24 Ore:

  1. Credit Suisse IF 11 It. Eq., Categoria: Bilanciati, Performance: +19,40%;
  2. Axa Wf – Framl. Italy, Categoria: Azionario Italia, Performance: +18,89%;
  3. Lyxor Italia Eq. Pir U., Categoria: Etf, Performance: +18,68%;
  4. Amundi Svil. Italia B, Categoria: Azionario Italia, Performance: 18,35%;
  5. AcomeA Italia P2, Categoria: Azionario Italia, Performance: +18,11%.

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Nuovi Pir col tetto: sarà di 15 milioni per Pmi

Salvate il soldato Pir

Pir: benino la raccolta, male le performance

Ti può anche interessare

Gestori in vetrina – Edmond de Rothschild AM

Gli asset manager si confrontano con il 2019 e con i temi forti del mercato. Intervista a Elena Boss ...

NN IP: mercati di frontiera, l’Africa è il continente delle opportunità nascoste

La correzione è stata determinata da una combinazione di diversi fattori, tra i quali la forza del ...

Cari gestori, cambiate le commissioni

E' arrivato il momento di cambiare il concetto di gestione attiva? ...