Jupiter, la distribuzione ha un nuovo leader

A
A
A
Avatar di Redazione14 maggio 2019 | 10:36

Importanti novità in ambito commerciale per Jupiter. Phil Wagstaff è infatti il nuovo Global Head of Distrubution e nonché membro del Comitato Esecutivo.

Phil ha circa 30 anni di esperienza nel settore del risparmio gestito, principalmente in ruoli a livello globale focalizzati su tutti gli aspetti della distribuzione, comprese le aree, sales, product e marketing. Recentemente è stato Global Head of Distribution di Janus Henderson e precedentemente ha ricoperto ruoli senior nell’ambito della distribuzione di Gartmore, New Star e M&G. Phil sarà operativo in Jupiter dal 5 giugno 2019.

Nick Ring, attuale Global Head of Distribution, lascerà l’incarico dopo quattro anni per perseguire altre opportunità. Durante questo periodo in Jupiter, Nick ha dato un contributo significativo alla società supervisionando le aree sales, marketing, client service e product.

Andrew Formica, CEO di Jupiter, ha dichiarato:

“Siamo lieti di aver attratto per questo importante ruolo in Jupiter un professionista con la competenza e l’esperienza di Phil. La chiave del successo di Jupiter si baserà ancora di più sulla diversificazione della nostra impronta distributiva, oltre che su una continua valorizzazione del nostro forte marchio. Phil collaborerà con Stephen Pearson e con il nostro team di gestione per offrire risultati eccezionali ai clienti e non vedo l’ora di lavorare ancora con lui”.

Phil Wagstaff ha commentato:

“Sono entusiasta di accettare questa nuova sfida in Jupiter e di lavorare con Andrew e l’Executive team per realizzare tutto l’indubbio potenziale di Jupiter. Per molti anni ho ammirato Jupiter come competitor e non vedo l’ora di guidare la distribuzione globale durante la prossima fase di crescita di Jupiter”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Investimenti, la stagione degli utili viene e va

Investimenti: rendimenti da record con l’immobiliare

Consulenza, come sarà il wealt management nel 2025

Consulenti, un ritardo può essere fatale

Investimenti, il nuovo potere dei mercati finanziari

BlackRock, caro ceo ti scrivo

Investimenti: debito emergente e guadagni

Widiba, una doppietta di reclutamenti per il private

Brexit e accordo USA-Cina tengono in allerta i mercati

Finanza comportamentale, il pericolo dell’ancoraggio

Consulenti, dieci consigli per il 2020

Banca Euromobiliare, una convention per le persone

Pictet AM: l’eurozona, un piano per un futuro più luminoso

Investimenti, tra la stabilità e i rendimenti

Investimenti, l’Europa preferisce tenere i soldi sul conto corrente

Consulenti, la gioventù che non avanza

Pictet AM: Fixed Income – Sbloccare il capitale umano nelle economie emergenti

Deutsche Bank FA, 15 nuovi consulenti per Ruggiu

Investimenti, ecco perchè le sri funzionano ma non ancora abbastanza

Consulenti, 6 scelte per un business lunch perfetto

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Investimenti, high yield, i vantaggi di un approccio globale

Investimenti, asset liquidi e di qualità per vincere la sfida al rendimento

Investimenti: strategie non direzionali, tra dispersione e protezione

Azimut: un ingresso, quattro mosse e un grande obiettivo

IWBank, settebello nel reclutamento

Bce, il commiato di Draghi

Investimenti, tra borsa e unicorni

BMO: “Opportunità per il 2020? Gli investimenti più rischiosi”

Fineco a tutto Forex

IWBank PI, super ingresso tra i wealth banker

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Ti può anche interessare

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 2/05/2019

La rubrica del risparmio gestito. ...

Generali Investment, la boutique si fa ricca

Sycomore AM è una boutique francese indipendente con sede a Parigi e circa sei miliardi di euro in ...

Frame AM: Credere nel Flight to quality? Molto difficile

Di seguito proponiamo Il Punto mensile, aggiornamento di asset allocation a cura di Michele De Mic ...