Generali valuta acquisti in Europa

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 22 Maggio 2019 | 11:17

Generali sotto i riflettori: dopo che il management aveva ventilato la possibilità di effettuare acquisizioni di attività assicurative (e di asset management) in Europa, sull’assicuratore triestino tornano a circolare voci circa le possibili prede. In particolare secondo Bloomberg, Generali starebbe trattando l’eventuale acquisto delle attività europee di MetLife.

Le attività in oggetto varrebbero circa due miliardi di euro: guarda caso il gruppo di Trieste ha incassato circa 2,5 miliardi dalle sue dismissioni (ultima quella di Generali Leben), dunque l’operazione consentirebbe di ottimizzare la struttura di capitale e il relativo rendimento. Nell’ultima assemblea di bilancio, del resto, il group Ceo Philippe Donnet era stato esplicito.

“Sono convinto che ci saranno opportunità in Europa, le guarderemo con disciplina sia dal punto di vista strategico sia da quello finanziario, sempre con l’obiettivo di aumentare il risultato per azione e di creare valore per gli azionisti”. Le turbolenze che hanno interessato il mercato azionario italiano nelle ultime sedute non hanno tuttavia risparmiato il Leone di Trieste, che ha perso oltre il 4% nell’ultima settimana scivolando poco sopra quota 16,3 euro.

I giudizi degli analisti sul titolo

Un livello che rende cauti gli analisti tecnici, secondo i quali la tendenza di brevissimo resta decisamente negativa, vista anche la perdurante assenza di significativi incrementi dei volumi ad ogni tentativo di rimbalzo, con un target individuato ai 15,98-16,08 euro per azione. Pur non escludendo un rimbalzo a breve attorno ai 16,6-16,9 euro per azione, il consiglio sarebbe dunque di approfittare delle giornate positive per alleggerire le posizioni su Generali o per aprire posizioni ribassiste, più che provare ad acquistare il titolo in giornate di debolezza.

Solo l’eventuale superamento dei 17 euro per azione sembra in grado di modificare il quadro tecnico, che resta moderatamente negativo anche a medio-lungo termine.

La prudenza prevale anche tra gli analisti fondamentali, tanto che su 24 report ben 10 esprimono una valutazione neutrale (“hold”), a fronte di altri 10 positivi e 4 negativi, con un prezzo obiettivo di consenso di circa 16,8 euro molto vicino alle quotazioni correnti.

Il dividendo di 0,9 euro per azione è stato staccato il 20 maggio scorso, offrendo un rendimento di circa il 5,3%. Per l’anno in corso il gruppo dovrebbe realizzare un utile ante imposte attorno ai 4 miliardi di euro a fronte di un fatturato di circa 69,2 miliardi, e potrebbe distribuire un dividendo di 97 centesimi l’anno venturo che ai livelli attuali garantirebbe un rendimento del 5,9%.

Il titolo resta tuttavia sensibile all’andamento dello spread Btp-Bund e più in generale dei tassi, anche perché dalla presentazione della scorsa settimana è stato precisato che nelle casse di Generali vi sono circa 59 miliardi di titoli di stato italiani, ossia il 37% dei 159 miliardi investiti complessivamente in titoli di stato (e il 19,7% dei 300 miliardi investiti in strumenti a reddito fisso). Cosa che di questi tempi potrebbe portare a improvvise prese di profitto sul titolo, al di là delle valutazioni fondamentali e tecniche specifiche.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, Lenti saluta IWBank e diventa responsabile dei cf

Banca Generali, raccolta ancora sugli scudi

Risparmio gestito, trimestre impossibile a causa del Covid-19: Poste, Pictet e Ubs paladini della resistenza

Reti, dopo il Covid-19: Banca Generali, azzerare le distanze

Reti, dopo le trimestrali è il momento dei confronti

B.Generali, la consulenza evoluta regala una trimestrale a prova di Covid-19

Investimenti green con Banca Generali

Banca Generali, la raccolta torna forte sul gestito

Banca Generali, i bonus ai consulenti

Banca Generali, l’impegno anti Covid-19

Banca Generali e Federica Brignone, matrimonio di lunga data

And the Reti Champions League 2019 goes to…

B.Generali e B.Mediolanum, brindisi con le fee di performance

Generali, un laboratorio per il benessere dei consulenti

Banca Generali, un anno nel segno dalla Consulenza Evoluta

Reti, un anno da Cani

Generali Investment, la boutique si fa ricca

Generali, una trimestrale in piena forma

Banca Generali, che forza nel Veneto

Banca Generali lancia i nuovi comparti in Lux Im

Generali, fumata nera con Bbva

Generali, da Caltagirone un appoggio sui bond

Generali, il bond si tinge di verde

Dati Assogestioni, un luglio di festa. Poste uber alles

Banca Generali, in arrivo 16 nuove strategie d’investimento per la rete

Generali-Unipol, partita sul welfare

Generali, il Milan bussa alla porta

Consulenti Banca Generali, l’ascesa dei wealth manager

Assogestioni, patrimonio al top. Generali sempre al comando

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Generali, shopping portoghese

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Banca Generali, decolla la consulenza evoluta

Ti può anche interessare

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 29/04/2020

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 31/01/2020

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

Disruption, il “mostro” che non deve fare paura. Parola di Janus Henderson

Ci sono parole che fanno paura. Mettono ansia. Spaventano. Un po’ perché utilizzate per descr ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X