BMO: “Il 2018 anno di svolta per le strategie sul clima”

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia22 maggio 2019 | 12:16

BMO Global Asset Management, società globale di gestione degli investimenti con oltre 35 anni d’esperienza nel settore degli investimenti sostenibili, ha presentato ieri la 15° Relazione Annuale sugli Investimenti Responsabili.

L’attività di engagement svolta nel corso del 2018, che ha visto BMO lavorare al fianco di 665 società in 46 paesi, ha prodotto 237 casi di successo nell’ambito dei quali sono stati messi a segno miglioramenti sul piano delle politiche e delle pratiche ESG.
Oltre metà (54%) dei traguardi raggiunti sono collegati ai Sustainable Development Goals (SDG) e il 46% dei casi è legato a temi di governo societario. Il 14% di questi, in particolare, è connesso all’SDG 12, incentrato sulla necessità di garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo, sul miglioramento della condivisione di informazioni in ambito ESG e sulla gestione degli effetti dell’inquinamento. Il 13% di questi traguardi è connesso all’SDG 3, che include un incoraggiante miglioramento dell’accesso ai farmaci a prezzi sostenibili.

I temi ESG che sono stati oggetto di maggiore attenzione e che presentano le criticità o le opportunità più importanti per gli investitori di lungo periodo sono stati:

  • Ambiente (20% ): Il Responsible Investment team ha collaborato attivamente con società operanti in diversi settori che presentano un’elevata esposizione a temi quali la gestione delle emissioni, l’adattamento, l’innovazione e la condivisione di informazioni legate al clima.
  •  Sociale (40%): L’attività legata ai temi sociali ha incluso un focus sugli standard in materia di lavoro e in particolare sulla “schiavitù moderna”, sulla libertà di associazione e sulle catene di approvvigionamento. BMO Global Asset Management ha anche collaborato con le società del settore alimentare e della ristorazione in tutto il mondo per incoraggiarle a incorporare gli sviluppi normativi e i cambiamenti nelle preferenze dei consumatori all’interno delle proprie strategie di lungo periodo.

Governo Societario (40%): dato che un CdA efficiente è fondamentale per la creazione di valore sul lungo periodo, l’attività del Responsible Investment team nell’ambito del governo societario continua a concentrarsi sull’efficacia di questo organo e sulle pratiche di nomina dei membri, sulla composizione del CdA, su diversità, ricambio e valutazione. Tra gli altri temi, l’etica professionale, le pratiche di controllo interno e la remunerazione dei dirigenti.

Altra materia al centro dell’attività del 2018 è stato il problema della plastica negli oceani: il Responsible Investment team di BMO Global Asset Management si è confrontato con 27 società del settori alimentare e della vendita al dettaglio sulle pratiche per combattere l’inquinamento causato dalla plastica enfatizzando anche le opportunità offerte dall’emergere di materiali e soluzioni tecniche innovative per il confezionamento.

Aree in focus per il 2019

I cinque ambiti su cui si concentrerà l’attività del 2019 del Responsible Investment team di BMO Global Asset Management, in termini di azionariato attivo e politiche di voto, includono:
1. Enfasi sulla responsabilità diretta dei membri del Consiglio di Amministrazione: un voto contrario verrà espresso nei confronti dei membri che hanno dato prova di scarsa diligenza; 2. Fattori ambientali e sociali e rischio climatico: verrà espresso un voto contrario alle proposte della dirigenza laddove il rischio non venga gestito in maniera adeguata e in assenza di condivisione di informazioni rilevanti per l’investimento legate al clima in settori ad elevato impatto ambientale; 3. Diversità all’interno dei CDA e nelle figure apicali: attività di dialogo costruttivo con le società e voto contrario nei confronti dei membri laddove le aspettative in ambito di diversità non vengano rispettate; 4. Politica remunerativa della forza lavoro: dialogo con le aziende sugli squilibri nella remunerazione e sulle attività intraprese per porvi rimedio; 5. Responsabilità dei revisori: confronto con il CdA sulla la supervisione dei comitati di revisione e miglioramento della trasparenza.

I principali temi che il team si aspetta di trattare nel 2019 sono la parità di genere, la protezione dei lavoratori più vulnerabili, il cambiamento climatico, la biodiversità e l’acqua, la resistenza ai farmaci.

Alice Evans, Co-Head of Responsible Investment at BMO Global Asset Management, ha commentato: “Siamo lieti di riscontrare i buoni progressi registrati nel 2018 su diversi temi che sono da tempo al centro dell’attenzione dei nostri programmi di impegno al fianco delle società. È stato un anno particolarmente importante per lo sviluppo e l’implementazione di strategie legate al clima, un ambito in cui abbiamo registrato significativi passi avanti a seguito della nostra attività. “


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bmo sceglie in nuovo Ceo

BMO sigla un accordo di distribuzione con Fundstore.it

BMO: quale sarà il torero che fermerà il bull market?

Ti può anche interessare

Fondi, top e flop del 09/01/19

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

Fondi, top e flop del 21/11/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...

Un’esperta di Wealth Management alla guida di Allianz GI (EMEA)

Un’esperta di Wealth Management alla guida di Allianz GI (EMEA) Barbara Rupf Bee entrerà a fa ...