Eltif, ossigeno per l’economia reale

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri29 maggio 2019 | 10:41

Un’agevolazione fiscale del 30%, da usare ai fini Irpef e Ires. L’idea è del deputato leghista Giulio Centemero, che ha proposto un emendamento al decreto Crescita per invogliare i risparmiatori a investire sugli Eltif, un prodotto finanziario pensato per convogliare risorse economiche alle piccole e medie imprese. Gli Eltif, ideati a livello europeo, somigliano ai Pir, ma a differenza di quest’ultimi non avevano mai goduto di agevolazioni fiscali. “A mio avviso ci sono buone possibilità” che tale emendamento passi, ha detto lo stesso Centemero, “vedremo se arriverà il parere positivo da parte del Tesoro”.

Per accedere alle agevolazioni, bisognerà mantenere l’investimento per almeno 5 anni, il fondo non dovrà superare i 200 milioni di euro di patrimonio e questo dovrà essere impiegato per almeno il 70% in imprese italiane con organizzazione in Italia e specializzazione non finanziaria. Secondo le prime stime di Equita, lo sconto fiscale potrebbe portare alle piccole medie imprese risorse finanziarie per 7-8 miliardi di euro nell’arco di 5 e 7 anni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Pir, il governo studia un make up nella manovra

Eltif, gestori pronti allo scatto sui nuovi fondi europei

Eltif, a rischio l’agevolazione fiscale al 30%

Ti può anche interessare

Pictet racconta il 2019 ai consulenti

I mercati di quest'anno visti dalla società di Asset Management. L'intervista a Fabio Castaldi, sen ...

M&G Investments, il punto sui mercati tra Fed e grana Brexit

A cura di Ben Lord, gestore del fondo M&G (Lux) Global Corporate Bond Fund Essendo nell’anno d ...

Fondi, top e flop del 21/1/2019

La rubrica del risparmio gestito ...