Aberdeen Standard Investments, nuovo fondo “green” per paesi emergenti

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia10 giugno 2019 | 15:52

Aberdeen Standard Investments (ASI) ha lanciato un nuovo fondo sul debito dei paesi emergenti con un approccio guidato da criteri ambientali, sociali, di governance e politici. Il Fondo Emerging Market Debt and Responsible Investment investirà in debito sovrano denominato esclusivamente in valuta forte e sarà gestito dal Team sul debito emergente di ASI composto da 46 risorse.

ASI è riconosciuta per il proprio processo di investimento responsabile sul reddito fisso con un focus sulla sostenibilità e nell’ultimo semestre il team di gestione sul debito emergente ha ottenuto mandati per oltre 700 milioni di dollari in strategie ESG. Il portafoglio del Fondo Emerging Market Debt and Responsible Investment sarà composto da obbligazioni sovrane o quasi-sovrane in valuta forte. A questo proposito, considerate le differenze tra società e paesi in termini di analisi e di engagement, è stato implementato uno specifico processo di governance.


Edwin Gutierrez, Head of Emerging Market Sovereign Debt at Aberdeen Standard Investments, ha commentato 
“molti soggetti sono sotto investiti in questa asset class, ma vi sono argomenti sufficienti per indure gli investitori ad aumentare l’allocazione alle obbligazioni dei mercati emergenti. Viste le continue difficoltà dei paesi sviluppati, sembra chiaro che gli investitori debbano cercare di diversificare il proprio portafoglio a reddito fisso sulle aree a più alta crescita del mondo. Anche se permangono rischi specifici sui singoli paesi, il nostro processo di investimento, incentrato sulla ricerca in area locale e sull’analisi ESG integrata, aiuterà gli investitori a identificare sia i rischi sia le opportunità disponibili.

Il nostro modello proprietario, sostenibile e responsabile, che copre 85 emittenti sovrani nei paesi emergenti, fornisce la base per la nostra analisi, in cui cerchiamo di escludere gli emittenti che non soddisfano i nostri criteri di governance e politici, nonché di adottare attività di engagement con gli emittenti per approfondire la nostra comprensione delle loro dinamiche”.


Tommaso Tassi, Head of Distribution Italy di Aberdeen Standard Investments
, ha aggiunto “gli investitori sono sempre più alla ricerca di prodotti che offrono un’esposizione a classi di attività interessanti, come il debito dei mercati emergenti, e che tengano conto anche dei fattori ESG. Il lancio di questo fondo sostenibile e responsabile sul debito dei mercati emergenti si aggiunge alla nostra vasta gamma di strategie d’investimento legate ai criteri ESG, su tutte le classi d’investimento, cercando di soddisfare le esigenze dei nostri clienti in tutto il mondo”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Aberdeen Standard Investments, la ricetta vincente per il mercato italiano

Adaya (Aberdeen Standard Investments): “Perché I bond emergenti sono ancora un buon investimento”

Aberdeen Standard Investments si rafforza con Iotti

Ti può anche interessare

VanEck: azioni Paesi emergenti, la prospettiva micro prevale sui timori macro

Sulla scorta dell’andamento deludente delle scorse settimane, i mercati azionari dei Paesi emergen ...

Robeco lancia la piattaforma SI Essentials

Con il lancio di questa piattaforma online Robeco si propone di condividere le proprie conoscenze e ...

Fondi, top e flop del 10/01/19

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...