Credem, la gamma esg è sempre più ricca

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia8 luglio 2019 | 11:51

Euromobiliare Asset Management SGR, società di gestione del risparmio del Gruppo Credem, ha rafforzato la propria offerta nel campo degli investimenti ESG (Environmental, Social and Governance) come annunciato lo scorso marzo in occasione della presentazione dei progetti e degli obiettivi dell’Area Wealth Management del Gruppo. In particolare, nelle scorse settimane la SGR guidata dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Giuseppe Rovani, che gestisce e promuove circa 12 miliardi di euro di patrimonio complessivo suddiviso in 56 fondi e comparti SICAV, ha lanciato il fondo denominato “Euromobiliare Cities 4 Future”.

Cities 4 Future è un fondo azionario flessibile che investe su aziende che operano nei settori delle infrastrutture, real estate, telecomunicazioni, energia, trasporti e mobilità con la caratteristica distintiva di privilegiare realtà che adottano un approccio sostenibile nel rispetto dei criteri cosiddetti ESG. Il collocamento del fondo è stato affidato alle reti del Gruppo Credem ed è terminato il 28 giugno 2019 con una raccolta pari a 158 milioni di euro.

L’obiettivo è offrire ai clienti un prodotto che punta a trarre vantaggio dalle opportunità e dalle sfide che le trasformazioni delle aree urbane stanno generando a livello globale, investendo su imprese che operano con una forte attenzione alla sostenibilità ed all’ambiente.

Più in generale il nuovo prodotto ribadisce la grandissima attenzione che tutto il Gruppo Credem rivolge alle tematiche della sostenibilità sia per quanto riguarda gli investimenti, sia per le numerose iniziative di tutela ambientale messe in campo nel corso degli anni, dal finanziamento della piantumazione di alberi, all’incentivo alla sostituzione dei dispositivi di plastica per la generazione di password per le operazioni bancarie, all’utilizzo della firma digitale per eliminare la carta, all’acquisto di energia elettrica da fonti rinnovabili, alla diffusione del car sharing aziendale. Tali iniziative sono oggetto, accanto ai progetti di responsabilità sociale ed attenzione verso il cliente e le persone, della Dichiarazione Non Finanziaria (DNF) che il Gruppo Credem redige ogni anno ad integrazione del bilancio di esercizio per evidenziare il legame tra la strategia, le performance finanziarie ed il contesto ambientale e socio-economico in cui il Gruppo opera con l’obiettivo di misurare il valore creato per tutti gli stakeholder attraverso rapporti improntati ad un confronto trasparente.

 “Selezioniamo le migliori aziende che operano per rendere le città più “intelligenti” e vivibili”, ha commentato Giuseppe Rovani, AD e DG di Euromobiliare AM SGR“nel rispetto di criteri ambientali, sociali e di governance, detti anche ESG, che premiano le realtà più virtuose in termini di sostenibilità e stabilità nel tempo. Attraverso Cities 4 Future”, ha aggiunto Rovani, “possiamo quindi investire in quelle società che stanno dimostrando di avere una visione positiva e sostenibile del futuro delle città, a beneficio delle persone e del loro benessere”. “Il lancio di questo prodotto rappresenta solo una delle iniziative che, come Area Wealth del Gruppo Credem, stiamo attivando sul fronte ESG: il percorso che porterà ad una sempre maggiore integrazione tra gli investimenti ed i criteri di sostenibilità è, a nostro avviso, uno dei punti di forza con cui continueremo a creare valore per i nostri clienti e per tutti gli stakeholder del Gruppo” ha concluso Rovani.

“Sotto i nostri occhi, le città si stanno trasformando ad un ritmo senza precedenti nella storia”, ha aggiunto Andrea DolsaDirettore Investimenti di Euromobiliare AM SGR.“Espansione e congestione urbana, inquinamento, sprechi energetici, sicurezza informatica, infrastrutture da rinnovare e politiche abitative da ripensare sono i temi centrali. Abbiamo quindi deciso di creare un prodotto che punti su aziende in grado di costruire valore in modo sostenibile e duraturo”, ha concluso Dolsa “riteniamo che chi saprà intercettare le esigenze vecchie e nuove dei cittadini delle metropoli globali si dimostrerà leader anche nella creazione di valore”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Euromobiliare, tripletta per il wealth management

Mifid 2, le grandi reti gongolano con le commissioni

Reclutamento consulenti, testa a testa Credem-CheBanca!

Credem, educazione a misura di bambino

Credem, il 2019 in 5 notizie

Banca Euromobiliare: nel 2020 si punta al miliardo

Credem, il private verso un cammino di eccellenza

Banca Euromobiliare, una convention per le persone

C’è un po’ di Credem in Santa Maria

Banca Euromobiliare, pieno di consulenti per il wealth management

Credem, reclutamenti alla fiorentina

Bluerating Awards 2019: Credem, ecco i cf in nomination

Credem, wealth management a tutto reclutamento

Credem, la crescita passa dalle pmi

Credem, destinazione innovazione

Credem emette 500 milioni di Senior Non-Preferred

Credem, il rating è ancora sopra la media

Se il consulente va dallo chef

Credem, la carica dei volontari

Credem, crescita in vista nel credito al consumo con Avvera

Reti Champions League: il ribaltone di Consultinvest

Credem, dalla parte dei bambini

Credem a passo di blockchain

Reti Champions League: giornata da incorniciare per Pietrafresa e Giuliani

Credem, prosegue la crescita della banca assicurazione

BLUERATING in edicola: Crescere con passione

Credem, è tempo di fusioni interne

Credem, le persone prima di tutto

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Credem, oltre 1.000 nuovi clienti

Rendiconti Mifid 2: Credem dà valore all’advisory

Credem, tanta benzina per le Pmi

Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

Ti può anche interessare

Comgest: “Giappone, un mercato pieno di opportunità ma incompreso”

Si è tenuto oggi l’evento “ALL’INCONTRO CON I GESTORI” a Milano a cura di COM ...

Assiteca, una fetta a TiKehau

Assiteca S.p.A., il più grande broker assicurativo italiano e quotato al mercato AIM di Borsa Itali ...

Gestori in vetrina – Franklin Templeton

Gli asset manager si confrontano con il 2019 e con i temi forti del mercato. Intervista a Michele Qu ...