Gam e il caso ARBF: il 100,5% del portafoglio sarà restituito agli investitori

A
A
A
di Redazione 16 Luglio 2019 | 15:44

Torniamo sulla vicenda che ha coinvolto Gam e la gamma di fondi ARBF, gestiti Tim Haywood, asset manager di punta della società, sospeso lo scorso anno per non aver rispettato le procedure di controllo del rischio (si veda qui la vicenda)

A tal proposito Gam Holding AG ha annunciato oggi di aver ricevuto tutti i corrispettivi derivanti dalla vendita dei rimanenti investimenti degli Absolute Return Bond (ARBF), in linea con quanto annunciato il 17 aprile 2019. Verrà restituita agli investitori una percentuale media del 100,5%1 del valore patrimoniale netto in base alle valutazioni al momento dell’inizio della liquidazione dei rispettivi fondi.

Per l’intera durata del processo di liquidazione, la priorità di GAM è stata massimizzare la liquidità e il valore per i nostri clienti. Dall’inizio di settembre 2018, quando è iniziata la liquidazione dei fondi ARBF, agli investitori dei fondi Lussemburghesi e di quelli Irlandesi è già stato rimborsato, in quattro tranche, fra l’89% e il 95 %2 del valore detenuto; agli investitori dei fondi master domiciliati alle Cayman e dei rispettivi feeder di diritto Australiano e Cayman è stato rimborsato fra l’80 e l’84%2. I pagamenti finali ai clienti saranno effettuati entro la fine di luglio 2019.

David Jacob (nella foto), CEO del Gruppo, ha detto: «Siamo felici di poter completare la restituzione dei soldi ai nostri clienti dei fondi ARBF nelle prossime settimane. Desideriamo ringraziarli per la pazienza dimostrata nel corso del processo di liquidazione. Siamo ora totalmente concentrati sulla crescita futura, attraverso l’implementazione del nostro programma di ristrutturazione per generare valore per i clienti e gli azionisti. Con le nostre strategie di investimento distintive e una rete globale di distribuzione, riteniamo di essere ben posizionati per far ottenere ai nostri clienti rendimenti interessanti».

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, da Gam una nuova strategia obbligazionaria

Mercati, la sindrome cinese

Investimenti: la Deltafobia

NEWSLETTER
Iscriviti
X