Schroders, nuovo massimo del patrimonio gestito

A
A
A
di Hillary Di Lernia 1 Agosto 2019 | 12:05

Schroders Plc, uno dei principali gruppi finanziari globali con focalizzazione esclusiva sulla gestione di capitali, quotato alla Borsa di Londra dal 1959 e parte dell’indice FTSE 100, ha chiuso il primo semestre del 2019 riportando una crescita del patrimonio gestito, attestatosi nel periodo sui nuovi massimi a 444,4 miliardi di sterline, rispetto ai 407,2 miliardi al 31 dicembre 2018. In calo del 14% gli utili ante imposte e voci straordinarie, risultati pari a 340,4 milioni di sterline, rispetto ai 397,1 milioni di sterline del primo semestre 2018. Per quanto riguarda le performance, al 30 giugno 2019 il 72% degli asset in gestione ha sovraperformato su un orizzonte temporale di tre e cinque anni1. Infine, il dividendo ad interim è rimasto invariato rispetto al primo semestre 2018 a 35 centesimi di sterlina per azione.

Peter Harrison, Group Chief Executive, Schroders, ha commentato: “Abbiamo continuato a perseguire la nostra strategia di investimento selettivo in aree chiave, al fine di promuovere la crescita di lungo termine del business, tramite la combinazione di investimenti inorganici e assunzioni organiche. Il patrimonio gestito ha terminato il periodo su un nuovo massimo, pari a 444,4 miliardi di sterline. Nel complesso la pipeline di nuovi afflussi netti notificati è solida. La prima parte del mandato di Lloyds, di circa 45 miliardi di sterline di asset, affluirà nella seconda metà dell’anno.

Abbiamo fatto ulteriori progressi nel Wealth Management, ampliando la nostra presenza nell’area Asia-Pacifico grazie all’acquisizione del business di wealth management di Thirdrock Group. Attendiamo con impazienza di lanciare Schroders Personal Wealth su un mercato più ampio, passo che avverrà più avanti quest’anno. Abbiamo ulteriormente rafforzato il nostro business nei Private Asset, anche grazie all’accordo di acquisizione di una quota di maggioranza di BlueOrchard Finance, società pioniera nella microfinanza e nell’impact investing. Inoltre abbiamo anche continuato a sviluppare le capability a livello geografico, ad esempio con i nostri investimenti in Cina.

In un mercato sfidante continuiamo ad ampliare e potenziare la nostra gamma di capability d’investimento, al fine di soddisfare i bisogni dei nostri clienti. Siamo in linea con i nostri piani e ciò ci dà fiducia sul fatto che il nostro modello di business diversificato e la presenza globale ci permetteranno di generare risultati positivi nel lungo periodo sia per i nostri clienti che per gli azionisti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Risparmio, quando il gestore va oltre il profitto

Top 10 Bluerating: un bis di energia per Schroders

Fondi, Schroders e Osi investono per supportare la strategia di crescita di Natural Capital Research

NEWSLETTER
Iscriviti
X