CheBanca! e Generali, accordo nel nome delle polizze

A
A
A
Avatar di Redazione6 agosto 2019 | 11:19

Genertel rafforza la propria offerta digitale con la società insurtech Yolo e con CheBanca!.
Tra le società è stata infatti avviata una partnership strategica per lo sviluppo di prodotti e servizi personalizzati in ambito assicurativo interamente sottoscrivibili attraverso i canali digitali di CheBanca!.

L’accordo prevede l’offerta da parte di Genertel, la compagnia assicurativa diretta di Generali Italia, di coperture assicurative al 100% accessibili digitalmente tramite Internet e Mobile Banking di CheBanca! e sviluppate in collaborazione con Yolo, il primo gruppo di servizi e d’intermediazione assicurativa totalmente digitale.

Manlio Lostuzzi, Amministratore Delegato di Genertel e Genertellife ha dichiarato: “L’innovazione contraddistingue Genertel fin dalla sua fondazione, di cui quest’anno ricorre il 25° anniversario. Con questo accordo confermiamo l’impegno nell’innovare costantemente l’offerta assicurativa per proteggere i nostri clienti con soluzioni all’avanguardia e a portata di mano. Questo significa essere per loro un Partner di Vita supportandoli nei momenti rilevanti e offrendo le soluzioni più adatte a ciascun momento in modo semplice, accessibile e completamente digitale”.

Dall’auto alle biciclette, dai viaggi allo sport: saranno queste alcune delle prime proposte di copertura temporanea, anche di breve durata, disponibili per i clienti CheBanca! in risposta alle loro esigenze assicurative. Nuove soluzioni saranno implementate nei prossimi mesi.

Gianluca De Cobelli, Co-founder e Amministratore Delegato di Yolo Group ha commentato: “La partnership con CheBanca! e Genertel riflette la missione di Yolo: permettere a banche e compagnie assicurative d’integrare l’offerta conferendo nuovo valore al prodotto assicurativo. La piattaforma tecnologica di Yolo, basata su intelligenza artificiale e machine learning, consente di definire un’offerta personalizzata, on-demand, adatta anche a coprire situazioni determinate e/o temporalmente circoscritte e con un pricing flessibile”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

T. Rowe Price: “Tre motivi per investire nelle small-cap USA”

Un commento a cura di Curt Organt, gestore del fondo T. Rowe Price US Smaller Companies Equity, T. ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore dell’11/11/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

Assogestioni, novembre col turbo. Intesa vince sempre

Dopo un ottobre chiuso con poco più di un miliardo di afflussi, il mondo italiano dell’asset ...