Risparmio gestito, quella fee è da rifare

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara27 agosto 2019 | 09:14

Un sistema per armonizzare le commissioni di performance sui fondi d’investimento. A volerlo è l’Esma, l’authority paneuropea che vigila sui mercati finanziari. Esma ha diffuso infatti un paper di consultazione in cui manifesta la volontà di introdurre regole comuni in tutti i paesi europei per quelle voci di costo dei prodotti del risparmio gestito che dipendono dai rendimenti.

Metodi diversi Oggi, infatti, ci sono sistemi diversi di applicazione delle performance fee in ogni mercato. Il che porta spesso gli operatori finanziari a effettuare degli arbitraggi. L’authority di vigilanza ha stabilito come principio che le società di gestione comunichino

chiaramente l’esistenza di commissioni di performance e che quest’ultime vengano applicate realmente al netto di tutti i costi e che gravino solo se il fondo ha dimostrato realmente di aver realizzato un extra rendimento.

Pochi impatti in Italia Inoltre, le sgr devono essere obbligate a dimostrare che la performance fee non spinge il gestore ad assumere rischi eccessivi e che la strategia del fondo resta allineata agli interessi degli investitori. Le nuove regole, però, secondo gli analisti di Equita non dovrebbero avere grandi effetti sui conti delle banchereti come Banca Generali, Banca Mediolanum e Azimut Holding. La loro esposizione alle performance fee si è infatti significativamente ridotta.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Morgan Stanley acquisisce E-Trade: è l’operazione più grande dalla crisi dei subprime

Mediolanum, il ruolo sociale del banker

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Investimenti, la stagione degli utili viene e va

Investimenti: rendimenti da record con l’immobiliare

Consulenza, come sarà il wealt management nel 2025

Consulenti, un ritardo può essere fatale

Investimenti, il nuovo potere dei mercati finanziari

BlackRock, caro ceo ti scrivo

Investimenti: debito emergente e guadagni

Widiba, una doppietta di reclutamenti per il private

Brexit e accordo USA-Cina tengono in allerta i mercati

Finanza comportamentale, il pericolo dell’ancoraggio

Consulenti, dieci consigli per il 2020

Banca Euromobiliare, una convention per le persone

Pictet AM: l’eurozona, un piano per un futuro più luminoso

Investimenti, tra la stabilità e i rendimenti

Investimenti, l’Europa preferisce tenere i soldi sul conto corrente

Consulenti, la gioventù che non avanza

Pictet AM: Fixed Income – Sbloccare il capitale umano nelle economie emergenti

Deutsche Bank FA, 15 nuovi consulenti per Ruggiu

Investimenti, ecco perchè le sri funzionano ma non ancora abbastanza

Consulenti, 6 scelte per un business lunch perfetto

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Investimenti, high yield, i vantaggi di un approccio globale

Investimenti, asset liquidi e di qualità per vincere la sfida al rendimento

Investimenti: strategie non direzionali, tra dispersione e protezione

Azimut: un ingresso, quattro mosse e un grande obiettivo

IWBank, settebello nel reclutamento

Bce, il commiato di Draghi

Investimenti, tra borsa e unicorni

BMO: “Opportunità per il 2020? Gli investimenti più rischiosi”

Fineco a tutto Forex

Ti può anche interessare

Fondi pensione, gestione oltre i 180 miliardi di euro

Oltre 180 miliardi di euro di risorse gestite. E’ il record segnato dai fondi pensione nei primi n ...

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 4/3/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 15/04/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi comuni aperti retai ...